Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Rossella Placati a Bondeno

Vittima:
Rossella Placati
Presunto killer:
Doriano Saveri
Località:
Bondeno
Data:
22 febbraio 2021
Foto del Santuario della Beata Vergine Lauretana della Pioppa a Ospitale, frazione di Bondeno (Ferrara), dove sono stati celebrati i funerali di Rossella Placati

Foto del Santuario della Beata Vergine Lauretana della Pioppa a Ospitale, frazione di Bondeno (Ferrara), dove sono stati celebrati i funerali di Rossella Placati (di Kirk39, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Rossella Placati

Rossella Placati, 50 anni, è stata trovata morta la mattina del 22 febbraio 2021 nell'abitazione in cui risiedeva, in località Borgo San Giovanni, a Bondeno in provincia di Ferrara.‍‍[1]‍‍[2]

La Chiesa di San Giovanni Battista, poco fuori dal centro di Bondeno e a pochi passi dal luogo del delitto

La Chiesa di San Giovanni Battista, poco fuori dal centro di Bondeno e a pochi passi dal luogo del delitto (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

A dare l'allarme era stato il convivente della donna, Doriano Saveri, 45 anni, che si era recato alla locale stazione dei Carabinieri per riferire di aver scoperto il corpo esanime della vittima in casa, riversa sul pavimento, con del sangue alla testa. Vani i tentativi dei sanitari accorsi sul posto per rianimarla: era già deceduta.

Il corpo senza vita della cinquantenne sarebbe stato rinvenuto nei pressi di un camerino dell'appartamento, adibito a guardaroba, riverso sul pavimento e coperto con un accappatoio. Il medico legale aveva evidenziato sul cadavere varie ferite al capo e lesioni d'arma da taglio al torace. La vittima sarebbe stata percossa con un oggetto contundente e accoltellata. Le armi utilizzate per compiere l'aggressione non furono ritrovate, probabilmente gettate nei corsi d'acqua del circondario, tra cui il Panaro che scorre a pochi passi dall'abitazione.‍‍[3]‍‍[4]

Interrogato dai Carabinieri, Saveri fu considerato sin dall'inizio il principale e unico sospettato. Il quarantacinquenne aveva fornito la propria versione dei fatti, spiegando che nel pomeriggio di domenica 21 febbraio si era allontanato dall'abitazione dopo aver avuto un litigio con la compagna. Rincasato in serata, era rimasto nell'appartamento per poi uscire alle prime luci dell'alba. Solo poche ore dopo, sempre in mattinata, ritornando in casa avrebbe scoperto il corpo esanime della donna.‍‍[5]‍‍[6]

Una ricostruzione però valutata contraddittoria e lacunosa da parte degli inquirenti che, avendo raccolto una serie di gravi indizi di reato, sottoposero Saveri a fermo di indiziato di delitto. Secondo i rilievi del medico legale, l'aggressione alla vittima sarebbe avvenuta nel corso della notte tra il 21 e il 22 febbraio, nell'arco temporale tra le 22.00 e le 3.00. Momenti in cui il convivente era in casa, ma lui aveva negato il proprio coinvolgimento nel delitto precisando di averla trovata già cadavere la mattina seguente. Tuttavia, escludendo l'incidente domestico, l'ipotesi dell'irruzione nell'appartamento di uno sconosciuto non reggeva perché non furono rilevati segni di effrazione.

La signora Placati era divorziata e madre di due figli di 32 e 27 anni, avuti da un precedente matrimonio. Lavorava allo stabilimento della Haemotronic, azienda biomedicale con sede a Mirandola (Modena). Anche Saveri era separato con una figlia avuta da un precedente matrimonio. Impiegato come artigiano edile, aveva iniziato a convivere con la cinquantenne da circa un anno. Originario di San Giovanni in Persiceto (Bologna), da poco tempo aveva acquisito la residenza a Bondeno.‍‍[7]‍‍[8]

Secondo le ricostruzioni delle indagini, il rapporto fra i due era ormai incrinato da tempo, infatti vivevano da separati in casa: lui dormiva al piano terra, lei a quello superiore. Già dal precedente 8 febbraio lei lo aveva invitato a lasciare l'abitazione. L'uomo però non sapeva dove andare, così l'ormai ex compagna gli aveva concesso del tempo in attesa della ricerca di una nuova sistemazione.

Foto del Santuario della Beata Vergine Lauretana della Pioppa a Ospitale, frazione di Bondeno (Ferrara), dove sono stati celebrati i funerali di Rossella Placati

Foto del Santuario della Beata Vergine Lauretana della Pioppa a Ospitale, frazione di Bondeno (Ferrara), dove sono stati celebrati i funerali di Rossella Placati (di Kirk39, licenza CC BY-SA 3.0)

Il cinquantenne durante il pomeriggio del 21 febbraio era uscito per incontrare più persone. Ma il suo comportamento sarebbe stato considerato sospetto in quanto, stando alle testimonianze, chi lo incontrò lo aveva definito "disperato e rabbioso", con atteggiamenti altalenanti. Si era anche recato a casa della sorella della convivente "chiedendo scusa" e annunciando non meglio precisate conseguenze. Una condotta definita strana dalla stessa donna, che lo conosceva poco e con cui non aveva rapporti confidenziali.‍‍[9] Prima di rientrare nell'abitazione di Bondeno, sarebbe passato a Vigarano Mainarda (Ferrara) dalla ex moglie e dalla figlia.

L'aggressione alla vittima sarebbe poi avvenuta in casa, dopo le ore 22.00. Secondo le ipotesi delle indagini, il tutto sarebbe avvenuto al culmine di violenta colluttazione, scoppiata per una videocamera sottratta. La fatale lite sarebbe però soltanto l'ultima di una lunga serie, data la relazione ormai logora fra i due. Saveri, interrogato il successivo 26 febbraio dal giudice per le indagini preliminari, si avvalse della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti fu convalidato il fermo e disposta la custodia cautelare in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato dalla relazione affettiva.‍‍[10]‍‍[11] Nell'ordinanza il giudice aveva sottolineato i pericoli di fuga, di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato.‍‍[12]‍‍[13]

L'esame autoptico confermò che a essere fatale alla vittima fu il primo colpo sferrato dall'aggressore. La cinquantenne fu sorpresa alle spalle e non ebbe il tempo di reagire. L'arma usata sarebbe un duro e pesante oggetto contundente, adoperato con una violenza tale da sfasciarle il cranio. Come se non bastasse, la donna fu in seguito ferita più volte all'addome con una lama, molto probabilmente un coltello.‍‍[14]‍‍[15]

Il successivo mese di novembre la Procura di Ferrara aveva chiuso le indagini confermando nei confronti dell'indiziato l'accusa di omicidio volontario aggravato dall'essere stato commesso contro una persona stabilmente convivente e legata da relazione affettiva.‍[16] I legali di Saveri chiesero il non luogo a procedere per insufficienti di prove, ma nel febbraio del 2022 l'uomo fu rinviato a giudizio.‍[17][18]

Nel corso del dibattimento vennero ricostruite le ultime conversazioni fra la vittima e l'imputato. L'uomo la supplicava di ricominciare da capo, ma la donna era ferma sulla sua posizione: la loro storia era terminata e lei voleva stare da sola. La relazione fra i due sarebbe iniziata intorno al settembre del 2018. Nel corso del 2019 i due avevano cominciato a convivere sotto lo stesso tetto, ma fu nel 2020 che il rapporto iniziò a scricchiolare. Una situazione che col passare del tempo divenne sempre più tesa, caratterizzata da continue discussioni e litigi, fino alla drammatica aggressione.‍[19]

Note

  1. Donna trovata morta in casa, si indaga per omicidio. estense.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 febbraio 2021.
  2. Omicidio Ferrara, Rossella Placati trovata con la testa fracassata. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 febbraio 2021.
  3. Bondeno, la notte in casa con la compagna morta: la verità sull'omicidio dall'autopsia. La Nuova Ferrara. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 febbraio 2021.
  4. Femminicidio a Bondeno, la Procura: è stato lui, deve restare in carcere. Saveri davanti al giudice. La Nuova Ferrara. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 febbraio 2021.
  5. Omicidio Placati, il compagno respinge le accuse: "Io non l'ho uccisa". estense.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 24 febbraio 2021.
  6. Donna uccisa a Bondeno, fermato il convivente. Telestense. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 febbraio 2021.
  7. Fermato il convivente per l'omicidio di Rossella Placati. estense.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 febbraio 2021.
  8. Femminicidio a Bondeno, fermato il compagno bolognese della vittima. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 febbraio 2021.
  9. Delitto di Bondeno. La sorella di Rossella Placati "Domenica pomeriggio Doriano mi ha chiesto scusa". Gazzetta di Modena. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 febbraio 2021.
  10. Rossella Placati accoltellata tre volte al cuore. estense.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 febbraio 2021.
  11. Omicidio di Bondeno: Rossella Placati uccisa con tre coltellate al cuore. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 febbraio 2021.
  12. Bondeno, troppi indizi e un movente passionale: "Resti in carcere, può uccidere ancora". La Nuova Ferrara. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 marzo 2021.
  13. Bondeno, luci e ombre sull'assassinio di Rossella. La Nuova Ferrara. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 marzo 2021.
  14. A Bondeno Rossella massacrata, ogni colpo considerato mortale. La Nuova Ferrara. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2021.
  15. Il primo colpo è stato mortale per Rossella, a Bondeno si cerca un piccolo scalpello. La Nuova Ferrara. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2021.
  16. Femminicidio Placati. Tutti gli indizi convergono sull'ex compagno. estense.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 novembre 2021.
  17. Ferrara, rinviato a giudizio per aver ucciso la compagna. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 19 febbraio 2022.
  18. Omicidio Placati, a processo l'ex compagno della donna. TeleRomagna24. Archiviato dall'originale. Consultato il 19 febbraio 2022.
  19. "Sono stanca e voglio stare da sola". Così Rossella Placati poco prima di morire. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 28 aprile 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.