Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Luljeta Heshta a Pedriano di San Giuliano Milanese

Vittima:
Luljeta Heshta
Killer:
Alfred Kipe
Località:
Pedriano di San Giuliano Milanese
Decesso:
Rozzano
Data:
7 febbraio 2021
Foto del fiume Lambro passante per Melegnano in provincia di Milano

Foto del fiume Lambro passante per Melegnano in provincia di Milano (di Yorick39, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Luljeta Heshta

Foto del fiume Lambro passante per Melegnano in provincia di Milano

Foto del fiume Lambro passante per Melegnano in provincia di Milano (di Yorick39, licenza CC BY-SA 3.0)

Luljeta Heshta, 47 anni, era una donna originaria dell'Albania, da 10 anni in Italia e regolare sul territorio, morta nel pomeriggio del 7 febbraio 2021 all'ospedale Humanitas di Rozzano in provincia di Milano.‍‍[1]‍‍[2]

La donna fu violentemente aggredita nelle ore precedenti mentre si trovava in compagnia di un uomo sulla strada provinciale 40, chiamata anche Binasca, tra Pedriano di San Giuliano Milanese e Melegnano. Dei passanti in auto avevano assistito al malintenzionato che inseguiva la vittima per poi colpirla con un coltello. Alcuni di loro chiamarono i soccorsi intorno alle ore 13.00. In seguito il personale sanitario giunto sul posto trovò la quarantasettenne in gravi condizioni con diverse ferite d'arma da taglio: circa cinque fendenti, tra cui due alla gamba e tre alla schiena. Nel frattempo l'aggressore si era dileguato facendo perdere le proprie tracce.

La signora Heshta era stata trasportata ancora in vita all'ospedale Humanitas dove i medici tentarono di salvarla. Purtroppo le sue condizioni erano molto critiche. Fu sottoposta a un intervento chirurgico, ma non riuscì a sopravvivere. Il decesso avvenne nel corso del pomeriggio.‍‍[3]

La quarantasettenne esercitava l'attività di prostituzione ed era conosciuta con il nome di Giulia.‍‍[4] Abitava dal 2015 a Milano, in zona Corvetto, insieme al compagno. Da una precedente relazione aveva avuto una figlia, rimasta in Albania. Già nelle ore successive alla morte della vittima, la Procura di Lodi aveva sottoposto a fermo il convivente della donna.‍‍[5]

Si trattava di Alfred Kipe, connazionale di 43 anni. Gli investigatori lo rintracciarono grazie alla collaborazione di alcuni testimoni. L'uomo negò il suo coinvolgimento nell'aggressione, tuttavia un filmato girato da un automobilista di passaggio lo avrebbe ripreso mentre si allontanava dalla Binasca.‍‍[6] Inoltre i tabulati telefonici lo collocavano sul luogo del delitto nonostante lui avesse riferito di essere rimasto a Milano per tutta la giornata.‍‍[7]‍‍[8]

Nell'interrogatorio di garanzia il quarantatreenne aveva continuato a respingere le accuse, ma il giudice per le indagini preliminari convalidò il fermo e dispose la custodia cautelare in carcere contestando anche l'aggravante della convivenza con la vittima.‍‍[9] Il successivo mese di luglio, durante un nuovo interrogatorio, l'uomo aveva confessato di aver aggredito la vittima.‍[10]

Kipe spiegò di portare abitualmente con sé un coltello e quel pomeriggio del 7 febbraio 2021 aveva agito come reazione a offese ricevute nel corso di un litigio in strada insieme alla compagna.‍[11] Il movente sarebbe legato alla presenza di un presunto amante nella vita della donna. La stessa nei giorni precedenti avrebbe lasciato l'abitazione che condivideva con il compagno per separarsi da lui.‍‍[6]

Nel successivo mese di settembre fu disposto il giudizio immediato per il reo confesso.‍[12][13] La pubblica accusa nel corso del processo aveva chiesto la massima pena, l'ergastolo. Il 22 marzo 2022 la Corte d'Assise di Milano condannò l'imputato a 24 anni di reclusione.‍[14] La sentenza riconobbe le attenuanti generiche equivalenti all'aggravante del rapporto di convivenza.‍[15][16]

Note

  1. Omicidio a San Giuliano, donna inseguita e uccisa a coltellate in strada: assassino in fuga. MilanoToday. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  2. Heshta Luljeta pugnalata a morte nei pressi della rotatoria tra San Giuliano Milanese e Melegnano sulla Binasca. Conosci Milano. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  3. Donna accoltellata a morte per strada. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  4. Prostituta uccisa a coltellate in pieno giorno: interrogato un sospetto. Corriere.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  5. Inseguita e uccisa con cinque coltellate in strada nel Milanese: fermato il compagno. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  6. a b San Giuliano Milanese: uccisa per gelosia, il video incastra il killer. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 febbraio 2021.
  7. Accoltellata in strada: preso convivente. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  8. Donna accoltellata a morte in strada: fermato il compagno nel Milanese. La Stampa. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2021.
  9. Accoltellata per strada a Milano, il compagno fermato nega di aver ucciso Luljeta. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 febbraio 2021.
  10. Donna uccisa a coltellate per strada nel Milanese: il killer confessa. MilanoToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 28 luglio 2021.
  11. Milano, Luljeta uccisa a coltellate in strada dal convivente: l'uomo ha confessato l'omicidio. Il Gazzettino. Archiviato dall'originale. Consultato il 28 luglio 2021.
  12. Accoltellò l'ex in strada Giudizio immediato per l'assassino di Luljeta. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 28 settembre 2021.
  13. San Giuliano, accoltellata sulla Binasca: l'ex compagno a processo scoppia in lacrime. Il Cittadino di Lodi. Archiviato dall'originale. Consultato il 16 dicembre 2021.
  14. Donna uccisa sulla Binasca: condannato a 24 anni l'ex convivente. Il Cittadino di Lodi. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 marzo 2022.
  15. Luljeta Heshta uccisa a coltellate a San Giuliano Milanese, l'ex compagno Alfred Kipe condannato a 24 anni. Corriere.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 marzo 2022.
  16. Accoltellata in strada: 24 anni al convivente. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 marzo 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.