Il femminicidio di Silvia Susana Villegas Guzman ad Arese

Vittima:
Silvia Susana Villegas Guzman
Presunto killer:
Jaime Moises Rodriguez Diaz
Località:
Arese
Data:
19 giugno 2021
La Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo ad Arese in provincia di Milano
La Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo ad Arese in provincia di Milano (di Liuc4gv, licenza CC BY-SA 4.0)
La Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo ad Arese in provincia di Milano
La Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo ad Arese in provincia di Milano (di Liuc4gv, licenza CC BY-SA 4.0)

Silvia Susana Villegas Guzman, 48 anni, originaria del Messico, è stata uccisa la mattina del 19 giugno 2021 nell'abitazione in cui risiedeva ad Arese, comune della provincia di Milano.‍[1][2]

A lanciare l'allarme sarebbero stati alcuni vicini di casa, avvertiti da uno dei figli della vittima. I Carabinieri giunti sul posto hanno trovato il marito della donna, Jaime Moises Rodriguez Diaz, connazionale di 41 anni, barricato nel bagno dell'appartamento. L'uomo si era procurato delle ferite superficiali d'arma da taglio agli avambracci e al costato, probabilmente nel tentativo di suicidarsi. È stato bloccato dai militari e trasporto in ospedale per le cure necessarie.

Il corpo senza vita della quarantottenne giaceva all'interno dell'abitazione con una profonda ferita all'arcata sopracciliare. Sarebbe stata violentemente colpita con un'arma da taglio o un oggetto contundente, ma non si esclude che possa anche essere stata soffocata. Sarà l'autopsia a chiarire la causa del decesso. La donna potrebbe essere stata colta di sorpresa mentre dormiva, oppure uccisa al culmine di un litigio con il marito.

I soccorritori hanno trovato all'interno dell'appartamento anche il figlio di 18 anni della coppia. Secondo le ricostruzioni, il ragazzo sarebbe stato raggiunto dal padre e minacciato di morte. Il quarantunenne, dopo aver aggredito mortalmente la moglie, avrebbe tentato di uccidere anche il figlio strangolandolo con una cintura di nylon. Il giovane avrebbe cercato di difendersi, poi nel corso della colluttazione avrebbe perso conoscenza. È riuscito però a salvarsi ed è stato messo in sicurezza dal personale sanitario.‍[3]

Durante la follia omicida erano presenti in casa anche gli altri due figli minorenni della coppia: un ragazzo e una ragazzina di 15 e 13 anni. Il padre avrebbe minacciato di morte anche loro. Il secondogenito avrebbe telefonato al 112 per segnalare l'accaduto, poi entrambi sarebbero scappati dall'abitazione per rifugiarsi dai vicini. Alcuni di loro hanno prestato aiuto ai due giovani, allertando a loro volta i soccorsi.

Dopo essere stato medicato all'ospedale di Garbagnate Milanese, Rodriguez Diaz è stato arrestato. Si è avvalso della facoltà di non rispondere nell'interrogatorio di fronte ai Carabinieri. In seguito è stato trasferito in carcere con le accuse di omicidio volontario della moglie e tentato omicidio del figlio primogenito.

L'uomo era un dipendente della Nestlé, trasferitosi dal Messico in Italia insieme alla famiglia nei primi mesi del 2021. La convivenza in casa sarebbe stata caratterizzata da numerosi litigi causati dal comportamento dispotico e autoritario dell'uomo nei confronti della moglie e dei figli. In particolare il quarantunenne sarebbe stato ossessionato e convinto del fatto che la coniuge avesse un'altra relazione, accusandola ed aggredendola davanti ai figli, spesso testimoni dei maltrattamenti tra le mura domestiche. I tre ragazzi sono stati affidati dal Comune di Arese a una casa famiglia.‍[4][5]

Il successivo 22 giugno, nel corso dell'interrogatorio di garanzia di fronte al giudice per le indagini preliminari, Rodriguez Diaz ha fornito la propria versione dei fatti sostenendo che non era sua intenzione uccidere la vittima.‍[6]

Note

  1. Omicidio ad Arese, uomo uccide la moglie con i tre figli in casa e poi si accoltella. MilanoToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 19 giugno 2021.
  2. Arese, uccide la moglie e si barrica in bagno: arrestato dai Carabinieri. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 19 giugno 2021.
  3. Il 'film' del femminicidio di Arese: il 41enne ha ucciso la moglie e poi ha cercato di strangolare il figlio. MilanoToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 21 giugno 2021.
  4. Milano, donna uccisa: marito ha tentato di strangolare il figlio. Adnkronos. Archiviato dall'originale. Consultato il 21 giugno 2021.
  5. Femminicidio di Arese, il marito ha tentato anche di strangolare il figlio maggiore: "Ho ammazzato tua madre, adesso tocca a te". la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 21 giugno 2021.
  6. Tragedia ad Arese: "Non volevo ucciderla". La verità nelle perizie. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 giugno 2021.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.