Il femminicidio di Vanessa Ballan a Spineda di Riese Pio X

Vittima:
Vanessa Ballan
Presunto killer:
Fandaj Bujar
Località:
Spineda di Riese Pio X
Data:
19 dicembre 2023
La Chiesa di Santa Maria Assunta e San Liberale, Duomo di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso, dove sono stati celebrati i funerali di Vanessa Ballan

La Chiesa di Santa Maria Assunta e San Liberale, Duomo di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso, dove sono stati celebrati i funerali di Vanessa Ballan (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Voce su Vanessa Ballan

La Chiesa di Sant'Antonio Abate a Spineda di Riese Pio X in provincia di Treviso

La Chiesa di Sant'Antonio Abate a Spineda di Riese Pio X in provincia di Treviso (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Vanessa Ballan, 27 anni, è stata uccisa nel primo pomeriggio del 19 dicembre 2023 a Spineda, frazione del comune di Riese Pio X in provincia di Treviso.‍[1][2]

A lanciare l'allarme era stato un vicino di casa che aveva segnalato il corpo esanime della vittima nei pressi dell'ingresso dell'abitazione dove lei risiedeva. Sul posto era presente anche il compagno Nicola Scapinello, 28 anni, in stato di shock.

La giovane è stata violentemente aggredita: prima picchiata al volto e poi colpita con almeno otto coltellate. I Carabinieri avevano subito ascoltato il compagno della vittima che, però, non risultava coinvolto nel delitto. Al suo ritorno a casa, aveva trovato la ventisettenne esanime, in un lago di sangue.

Gli investigatori si sono dunque concentrati su un ex compagno di Vanessa: Fandaj Bujar, 41 anni, originario del Kosovo e residente nel comune limitrofo di Altivole, dove gestiva un'impresa che operava nel settore della tinteggiatura. L'uomo aveva avuto una relazione con la ventisettenne, iniziata nel 2022 e durata circa un anno, poi i due si erano lasciati e la giovane era ritornata con Scapinello.

Vanessa Ballan lavorava come commessa in un centro commerciale di Riese. Lei e Scapinello erano originari di Castelfranco Veneto (Treviso), ma da qualche anno si erano trasferiti a Spineda. Dalla loro relazione era nato un figlio di 4 anni che frequenta la scuola dell'infanzia.‍[3] La giovane era anche incinta, al terzo mese di gestazione, in attesa del secondo figlio concepito con il compagno Nicola.‍[4] Tra l'altro i due avevano in programma di sposarsi dopo la nascita del bambino.‍[5]

Tuttavia Fandaj non si rassegnava alla fine della breve storia con la ventisettenne ed aveva cominciato a perseguitarla. L'uomo si presentava frequentemente al centro commerciale dove Vanessa lavorava e, in un'occasione, l'aveva spinta a terra. Un'aggressione a cui avevano assistito anche altri colleghi della giovane. In un altro episodio, ripreso anche da una telecamera interna al punto vendita, il quarantunenne offendeva la commessa e le lanciava addosso le monetine del resto.‍[6]

Il 26 ottobre 2023 la vittima lo aveva denunciato per stalking, violenza sessuale, revenge porn, violazione di domicilio e interferenza illecita nella vita privata. L'uomo l'avrebbe ricattata intimandole di inviare a Scapinello i video dei loro incontri. Quando la loro relazione era finita, proprio per non diffondere quel materiale, Fandaj avrebbe costretto la giovane ad ulteriori rapporti sessuali.

La Procura attivò subito la procedura del "Codice Rosso", così il giorno seguente, 27 ottobre, i Carabinieri avevano effettuato una perquisizione a casa dell'uomo, mettendo sotto sequestro alcuni dispositivi telefonici in suo possesso che avrebbero potuto contenere i video utilizzati per minacciare Vanessa. Dopo quei provvedimenti, il quarantunenne si era temporaneamente calmato, non importunando più la vittima per quasi due mesi.‍[6]

Però, nel primo pomeriggio del 19 dicembre, Fandaj si è recato nell'abitazione della giovane a Spineda e ha sfondato la porta a vetri laterale dell'edificio, facendo così irruzione all'interno per poi aggredire la vittima. Vanessa ha cercato strenuamente di difendersi, ma è collassata. Dopo averla pestata e accoltellata, lasciandola senza vita sull'uscio di casa piena di lesioni e con il volto tumefatto, l'uomo si è allontanato a piedi fino a rendersi irreperibile.

La sua fuga è durata diverse ore, fin quando le forze dell'ordine lo hanno rintracciato e bloccato nel corso della notte tra il 19 e il 20 dicembre. Dinanzi ai Carabinieri non avrebbe rilasciato dichiarazioni. I militari lo hanno condotto in carcere con l'accusa di omicidio volontario.‍[7]

In relazione alla denuncia presentata dalla vittima, il Procuratore capo di Treviso, Marco Martani, ha spiegato alla stampa che: "forse c'era per un pericolo di attività persecutoria e molesta, ma non per un divieto di avvicinamento". Infatti, in seguito alla "perquisizione effettuata nell'abitazione dell'uomo dopo la querela, da parte di Fandaj non c'erano più stati episodi di molestie, di avvicinamenti o minacce".‍[8] Il PM era in attesa dei risultati dei tabulati e, una volta ricevuti i riscontri, avrebbe valutato se richiedere o meno il divieto di avvicinamento.‍[6] Secondo Martani, "la valutazione fatta era di non urgenza, cosa purtroppo che si è rivelata infondata".‍[8]

Dopo l'omicidio, gli inquirenti hanno contestato varie aggravanti a carico dell'indagato, tra cui quella della premeditazione. Il successivo 21 dicembre, nel corso dell'interrogatorio di garanzia, il quarantunenne si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo.‍[9]

La Chiesa di Santa Maria Assunta e San Liberale, Duomo di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso, dove sono stati celebrati i funerali di Vanessa Ballan

La Chiesa di Santa Maria Assunta e San Liberale, Duomo di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso, dove sono stati celebrati i funerali di Vanessa Ballan (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Secondo i risultati dell'autopsia, la vittima è stata raggiunta da circa otto fendenti d'arma da taglio, di cui due superficiali e sei profondi. Due di questi avrebbero lesionato entrambi i polmoni, mentre uno avrebbe trafitto il cuore. La giovane aveva anche diverse contusioni al capo e al volto, oltre a varie ferite alle mani, indicative di un tentativo di difesa.‍[10]

Ulteriori accertamenti da parte degli investigatori hanno portato alla luce altri episodi di stalking compiuti da un secondo individuo ai danni della vittima. Si trattava di un quarantanovenne marocchino conosciuto nell'estate del 2021. Anche lui, come Fandaj, cliente del supermercato dove Vanessa era impiegata. L'uomo si era invaghito della commessa ed aveva cominciato a tempestarla di messaggi. Dal 22 luglio l'aveva aspettata più volte nel parcheggio del centro commerciale per poi pedinarla fino a casa sua, procurandole un costante stato di ansia.

Il successivo 4 agosto 2021 il malintenzionato l'aveva presa per il collo sul cancello dell'abitazione. Lo stesso giorno, dopo quell'episodio, Vanessa lo aveva denunciato. Tuttavia, all'apertura del processo nell'ottobre del 2022, la vittima aveva ritirato la querela e il procedimento si era concluso con una sentenza di non luogo a procedere.‍[11]

Note

  1. 27enne uccisa a coltellate in casa, era incinta. Oggitreviso · Archiviato dall'originale. Consultato il 19 dicembre 2023.
  2. Omicidio a Riese Pio X. Vanessa Ballan uccisa a coltellate davanti alla porta di casa: aveva 26 anni ed era incinta del secondo figlio. Il Gazzettino · Archiviato dall'originale. Consultato il 19 dicembre 2023.
  3. Giovane mamma accoltellata a Riese: colpita da almeno sette fendenti al torace. Oggitreviso · Archiviato dall'originale. Consultato il 19 dicembre 2023.
  4. Vanessa: il figlio che attendeva era del suo compagno. Oggitreviso · Archiviato dall'originale. Consultato il 18 gennaio 2024.
  5. Omicidio di Vanessa Ballan. Il compagno Nicola: "Volevamo sposarci, ora vivrò per nostro figlio". Il Gazzettino · Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2023.
  6. a b c Omicidio a Riese. In un video hot gli incontri segreti tra Vanessa e Bujar: dal telefonino Nicola aveva "scoperto" la relazione. Il Gazzettino · Archiviato dall'originale. Consultato il 23 dicembre 2023.
  7. I video, il ricatto, lo stalking: chi è Bujar Fandaj, arrestato per l'omicidio di Vanessa Ballan a Spineda. Open · Archiviato dall'originale. Consultato il 20 dicembre 2023.
  8. a b Vanessa Ballan, il pm: "Dopo la denuncia caso non sembrò urgente". Trovati il coltello sporco di sangue e il martello usati da Bujar Fandaj. Il Fatto Quotidiano · Archiviato dall'originale. Consultato il 21 dicembre 2023.
  9. "Confuso e stanco": il killer di Vanessa resta in silenzio di fronte al giudice. TrevisoToday · Archiviato dall'originale. Consultato il 21 dicembre 2023.
  10. Vanessa uccisa da otto coltellate, una al cuore. Oggitreviso · Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2023.
  11. Vanessa Ballan, spunta un altro stalker che lei aveva perdonato: al supermercato aggredita da un cliente. Il Gazzettino · Archiviato dall'originale. Consultato il 23 dicembre 2023.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.