Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Lecce. Omicidio Manta-De Santis. La confessione in un testo: "non pensavo di essere in grado di fare una cosa del genere".

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Giuseppe Milo su Flickr, licenza CC BY 2.0)

"Fino a qualche tempo fa non avrei mai pensato di essere in grado di fare una cosa del genere... Purtroppo è successo e non si può tornare indietro". Un messaggio scritto al computer da Antonio De Marco, l'omicida reo confesso di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, la notte stessa del duplice delitto.

Il documento è stato estrapolato dagli specialisti del Ris che stanno analizzando il computer dell'assassino nei laboratori di Roma. Il 21enne, originario di Casarano, avrebbe di fatto confessato l'omicidio della coppia nell'appartamento di via Montello a Lecce con un testo in formato word custodito all'interno della memoria del suo pc.

Un tassello in più nelle mani degli inquirenti che continuano a lavorare incessantemente per risalire al movente di un'azione così violenta. A sciogliere i tanti buchi neri, però, potrebbe essere lo stesso De Marco. Detenuto dal 28 settembre scorso, il 21enne ha avviato un percorso di dialogo con gli psichiatri del carcere di Borgo San Nicola alla ricerca di un perché su un fatto di sangue che lo stesso esecutore materiale non sa ancora spiegare del tutto.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.