Portogruaro. Omicidio Marcella Boraso. Rinviati a giudizio due giovani: accusati di aver ucciso la vittima, poi appiccato l'incendio.

Immagine della notizia (Miniatura di SirLeonidas su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Andranno a processo Wail Boulaied, 23 anni e Mohammed Rabih, 22 anni, entrambi marocchini, con l'accusa di omicidio e rapina per la morte di Marcella Boraso.

La vittima, 59 anni, fu trovata uccisa in casa a Portogruaro (Venezia) il 21 luglio di un anno fa dopo lo scoppio di un incendio. I due giovani sono stati rinviati a giudizio, dopo la chiusura delle indagini.

Secondo l'accusa, la donna è stata prima seviziata con un coltello e poi uccisa in bagno con un martello dai due imputati, che poi hanno appiccato un rogo.

Boulaied, vicino di casa della donna, si era dichiarato innocente, salvo poi confessare il delitto in un secondo momento. Per Rabih invece l'accusa ha delineato un ruolo da complice nell'omicidio. Sarà il processo a stabilire le responsabilità.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.