Università della Basilicata. Assegnato il "Premio Angela Ferrara" a due tesi di laurea da Cgil, Cisl, Uil e Unibas.

Immagine della notizia (Miniatura di LucanoPz su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Il Premio di Laurea Angela Ferrara, indetto dal coordinamento donne di Cgil Cisl Uil e dall'Università degli Studi della Basilicata, al fine di preservare la memoria di Angela Ferrara, madre e poetessa originaria di Cersosimo (Potenza), vittima di femminicidio il 15 settembre 2018, è stato assegnato, nella prima edizione e a pari merito, a Maria Giordano e Francesca Lapolla. Hanno ricevuto inoltre una menzione le tesi di Ivana Carbone e Margherita Rasulo.

Il premio si propone di valorizzare tesi di laurea che mettano in risalto il valore del contributo femminile negli ambiti economico, sociale, politico, scientifico, artistico, filosofico, letterario, e di favorire la promozione di studi, ricerche e riflessioni in materia di politiche di genere e di pari opportunità, di storia delle donne e di tematiche femminili.

Nei giorni scorsi si è riunito il comitato scientifico del premio, presieduto dalla prorettrice alle pari opportunità e alle tematiche di genere dell'Unibas Aurelia Sole e costituito da rappresentanti dell'Unibas (Donato Verrastro, Emilia Surmonte) e dei sindacati (Anna Russelli per la Cgil, Luana Franchini per la Cisl, Ezio Venetucci per la Uil).

Dopo un esame approfondito delle 28 tesi, il comitato ha valutato i lavori pervenuti da tutta Italia secondo i tre criteri definiti nel bando, ovvero: originalità del lavoro svolto, metodologia di analisi adottata; l'interculturalità e l'interdisciplinarità del tema trattato.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.