Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Cassazione. Omicidio Stefania Crotti a Gorlago. Definitiva la condanna a 30 anni di reclusione per Chiara Alessandri.

Immagine della notizia (Miniatura di Mister No su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Cassazione. Omicidio Stefania Crotti a Gorlago. Definitiva la condanna a 30 anni di reclusione per Chiara Alessandri.

La Cassazione ha respinto il ricorso e confermato la condanna a 30 anni nei confronti di Chiara Alessandri che il 17 gennaio del 2018 uccise Stefania Crotti, la moglie del suo ex amante.

Assistita dall'avvocato Gianfranco Ceci, Alessandri aveva ammesso solo di aver colpito con un martello la rivale in amore sostenendo di averlo fatto per difendersi. Ma ha negato di avere appiccato il fuoco. Secondo la sua versione, si sarebbe trattato di una lite degenerata, tanto che il legale era tornato a chiedere la riqualificazione in tentato omicidio.

La Suprema Corte ha ribadito in buona sostanza il pronunciamento della Corte d'Appello di Brescia che aveva confermato la condanna a 30 anni per l'imputata. I giudici bresciani, rispetto al primo grado avevano tolto l'applicazione della misura della libertà vigilata, per tre anni, una volta espiata la pena.

La vita di Chiara Alessandri è stata segnata da vicissitudini. La donna, nell'estate del 2018 aveva avuto una relazione con Stefano Del Bello, il marito di Stefania Crotti, la vittima. Mesi prima del delitto "accecata da desiderio di vendetta nei confronti della donna ritenuta responsabile dell'allontanamento dell'amato, aveva covato proposito omicida". E messo in atto un disegno "deliberato con ferocia nei minimi particolari".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.