Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Rieti. La telefonata della bambina ai Carabinieri: "Correte, sta picchiando mia madre". Un 50enne arrestato per maltrattamenti.

Immagine della notizia (Miniatura di Novembre17 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Rieti. La telefonata della bambina ai Carabinieri: "Correte, sta picchiando mia madre". Un 50enne arrestato per maltrattamenti.

I Carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della compagnia di Rieti hanno tratto in arresto un 50enne del capoluogo laziale, in flagranza di maltrattamenti alla convivente.

I militari sono intervenuti dopo che in piena notte era arrivata una chiamata alla centrale operativa. Si trattava di una telefonata dai toni allarmanti della figlia minorenne della donna. La bambina stava assistendo, inerme e impaurita, all'aggressione verbale e fisica alla madre, da parte del compagno convivente di quest'ultima.

Soltanto la rapidità e la professionalità dell'equipaggio intervenuto hanno scongiurato che la situazione degenerasse, giungendo a ben più gravi conseguenze. La donna ha poi finalmente trovato la forza di denunciare i maltrattamenti e le violenze subite nel corso degli anni, ponendo, così, termine anche alla cosiddetta "violenza assistita" dalla figlia minore.

L'uomo, dopo il fotosegnalamento, è stato condotto in un'abitazione diversa da quella in cui conviveva con la persona offesa, in regime di arresti domiciliari e, a seguito di convalida dell'arresto, il Tribunale di Rieti ha disposto il divieto di avvicinamento alla compagna.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.