Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Sassari. Non ce l'ha fatta Caterina Mancusa, la moglie di Basilio Saladdino. La figlia Ilaria continua a lottare tra la vita e la morte.

Immagine della notizia (Miniatura di Benoît Prieur su Wikipedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Sassari. Non ce l'ha fatta Caterina Mancusa, la moglie di Basilio Saladdino. La figlia Ilaria continua a lottare tra la vita e la morte.

Caterina Mancusa non ce l'ha fatta. La moglie dell'ex poliziotto Basilio Saladdino, ucciso lo scorso 26 febbraio a Porto Torres dal genero Fulvio Baule, è morta ieri, 30 marzo 2022, nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata di Sassari, dove era ricoverata da oltre un mese, in coma.

La donna aveva subito gravi lesioni alla testa e al tronco, provocate dall'assassino del marito. Le sue condizioni erano già notevolmente peggiorate nella serata del 29 marzo, poi il giorno seguente i medici che l'avevano in cura hanno dichiarato il decesso.

Fulvio Baule, 40 anni, autore dell'aggressione, è rinchiuso nel carcere di Bancali, a Sassari, e dovrà rispondere di duplice omicidio aggravato, per avere ammazzato i suoceri, e di tentato omicidio nei confronti dell'ex moglie, da cui si era recentemente separato.

Proprio lei, Ilaria Saladdino, 39 anni, è tuttora ricoverata in stato di coma nel reparto di Rianimazione del Santissima Annunziata, a Sassari. La sera dello scorso 26 febbraio anche lei era stata colpita dal marito con un'ascia, la stessa arma che ha tolto la vita ai genitori.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.