Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

L'omicidio di Rosalba Teresa Rocca a Brugherio

Vittima:
Rosalba Teresa Rocca
Presunto killer:
Giuliano Luigi Bonicalzi
Località:
Brugherio
Decesso:
Vimercate
Data:
6 agosto 2020
Uno scorcio della Chiesa di San Bartolomeo a Brughiero

Uno scorcio della Chiesa di San Bartolomeo a Brughiero (di Andrea Stillone, licenza CC BY-SA 4.0)

Voce su Rosalba Teresa Rocca

Il 3 agosto 2020 Giuliano Luigi Bonicalzi, 80 anni, soffocò la moglie a mani nude nell'abitazione dove i coniugi risiedevano a Brugherio in provincia di Monza-Brianza. La donna, Rosalba Teresa Rocca, 86 anni, perse conoscenza, ma rimase aggrappata alla vita. L'uomo vegliò su di lei per tutta la notte, nella speranza che la vittima potesse riprendersi, ma così non fu.‍[1]

Uno scorcio della Chiesa di San Bartolomeo a Brughiero

Uno scorcio della Chiesa di San Bartolomeo a Brughiero (di Andrea Stillone, licenza CC BY-SA 4.0)

All'alba del giorno dopo, quando si rese conto che le condizioni erano critiche, l'ottantenne telefonò alla nipote dicendo che la "nonna era caduta". La vittima fu trasportata all'ospedale di Vimercate, rimase ricoverata per tre giorni in coma farmacologico, ma non riuscì a sopravvivere. Morì nel corso della serata del 6 agosto 2020.‍[2]

I medici notarono dei segni sospetti sul collo e segnalarono il caso ai Carabinieri. Gli accertamenti disposti dopo il decesso fecero propendere per l'ipotesi dello strangolamento. Il marito venne fermato dagli inquirenti e confessò di averla aggredita.‍[3][4] Nell'interrogatorio di garanzia l'uomo riferì di "un eccesso di frustrazione": "Non volevo ucciderla".‍[5]

Non risultavano alle forze dell'ordine precedenti segnalazioni o denunce per maltrattamenti o violenza domestica. La signora Rocca era affetta da Alzheimer e viveva una difficile condizione motoria, infatti da tempo si spostava solo su una carrozzina. L'uomo sostenne di aver "peccato di presunzione" pensando di riuscire a seguire la moglie malata. Quando l'anziana si rifiutò di prendere le medicine, lui disse di aver "perso la testa".

Bonicalzi fu rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio volontario. La difesa nel corso del dibattimento chiese di derubricare il reato a omicidio preterintenzionale. Il legale dell'ottantenne presentò una perizia che sosteneva l'involontarietà del gesto dell'uomo perché sarebbe stato affetto da depressione e da un "alterazione dei centri dell'autocontrollo per il suo stato di stress stratificatosi negli anni", che degenerò nell'aggressione alla moglie senza rendersi conto del danno arrecato.

La Corte d'Assise di Monza, però, respinse l'istanza della difesa di integrare la perizia agli atti.‍[6] Nell'aprile del 2021, la stessa Corte accolse la richiesta della pubblica accusa e condannò l'imputato a 20 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato.‍[7] La difesa presentò ricorso in Appello mentre la Procura decise di non opporsi al verdetto di primo grado.‍[8]

Note

  1. "Aiuto, mia moglie è caduta a terra". Poi l'anziano confessa: l'ho uccisa io. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  2. È morta la donna di Brugherio soccorsa all'alba con lividi sospetti. Il Cittadino di Monza e Brianza. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  3. "Nonna è caduta, chiama l'ambulanza". Donna muore e marito confessa l'omicidio: "L'ho strangolata". Fanpage. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  4. Donna morta a Brugherio, il marito confessa: l'ha strangolata. Il Cittadino di Monza e Brianza. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  5. Brugherio, strangola la moglie e lei muore in ospedale. Il marito: "Non volevo ucciderla". MonzaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  6. Uccise in casa la moglie strangolandola, niente perizia psichiatrica: chiesti 20 anni di pena. Prima la Martesana. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  7. Brugherio: strangolò la moglie malata. Condannato a 20 anni. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.
  8. Strangolò la moglie malata. Ottantenne va in Appello. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 dicembre 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.