Il femminicidio di Rita Amenze a Noventa Vicentina

Vittima:
Rita Amenze
Presunto killer:
Pierangelo Pellizzari
Località:
Noventa Vicentina
Data:
10 settembre 2021
Il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale al centro di Piazza IV Novembre a Noventa Vicentina
Il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale al centro di Piazza IV Novembre a Noventa Vicentina (foto di Threecharlie, licenza CC BY-SA 4.0)
Il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale al centro di Piazza IV Novembre a Noventa Vicentina
Il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale al centro di Piazza IV Novembre a Noventa Vicentina (foto di Threecharlie, licenza CC BY-SA 4.0)

Rita Amenze, 30 anni, è stata uccisa dall'ex compagno Pierangelo Pellizzari, 61 anni, la mattina del 10 settembre 2021 a Noventa Vicentina in provincia di Vicenza.‍[1][2]

L'uomo ha compiuto un vero e proprio agguato raggiungendo la giovane mentre stava per entrare nell'azienda dove era impiegata. Avvicinatosi alla ragazza, le ha sparandole diversi colpi di pistola togliendole la vita. L'arma in possesso del malintenzionato non era regolarmente detenuta.

La vittima, originaria della Nigeria, era arrivata quattro prima in Italia come rifugiata per cercare condizioni lavorative migliori. Nel 2018 si era sposata con Pellizzari, poi la loro relazione era terminata e i due si erano separati. Il sessantunenne però non accettava l'allontanamento della moglie.‍[3]

Secondo le ricostruzioni, alla base del conflitto ci sarebbe la volontà di lei di far arrivare in Italia i suoi tre figli, rimasti in Africa. All'inizio di settembre la giovane aveva lasciato la casa che condivideva con l'uomo in seguito a un litigio scoppiato con il marito per alcuni dissapori legati a un viaggio in Nigeria, dal quale lei era appena rientrata.

Dopo aver compiuto l'omicidio, Pellizzari è fuggito e si è reso irreperibile. Le forze dell'ordine si sono subito messe sulle sue tracce inserendolo nella lista dei ricercati. L'uomo era stato condannato in passato per violenze, proprio nei confronti di una ex compagna. Nel 2008 i Carabinieri del paese avevano inviato una relazione in Questura a causa dei suoi atteggiamenti violenti e per questo si era proceduto alla revoca del porto d'armi.

Rimasto latitante per poco più di un giorno, il sessantunenne è stato catturato e arrestato dai Carabinieri nel corso del pomeriggio del giorno dopo, l'11 settembre. Avrebbe passato la notte in un casolare della zona, poi si era introdotto nella casa disabitata dove risiedeva la madre, non molto distante dall'abitazione a Villaga (Vicenza) che condivideva con la vittima. Sorpreso dai militari che sorvegliavano i dintorni, è stato bloccato.‍[4]

Pellizzari era stato denunciato da una precedente ex compagna che aveva conosciuto nel 2004. La donna aveva testimoniato di essere stata più volte picchiata, si era rivolta alle forze dell'ordine e aveva deciso di allontanarsi da lui. L'uomo finì a processo e venne condannato a quattro mesi di reclusione. Il giudice gli concesse la sospensione condizionale della pena.‍[5]

Secondo le ricostruzioni Rita Amenze, il giorno prima dell'agguato, si era presentata alla stazione dei Carabinieri di Barbarano Mossano per segnalare che l'ex compagno le aveva messo le mani addosso per cacciarla di casa. I militari avevano effettuato una serie di accertamenti, ma non erano risultati elementi per far scattare la procedura del "Codice rosso".‍[6]

Dopo l'arresto il sessantunenne si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti agli inquirenti. L'uomo è stato condotto in carcere con le accuse di omicidio aggravato, porto abusivo d'arma e minaccia aggravata. Alle contestazioni è stato aggiunto anche il reato di rapina perché, dopo aver sparato alla moglie, il malintenzionato le ha sottratto il portafogli.‍[7][8]

Note

  1. Femminicidio a Noventa Vicentina, arrestato l'ex marito di Rita Amenze: era stato già condannato per violenze. Open. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 settembre 2021.
  2. Rita Amenze è stata uccisa con quattro colpi di pistola perché voleva lasciare il marito. Today.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 settembre 2021.
  3. Le giornate al bar di Pierangelo Pellizzari, l'assassino di Rita Amenze. "Lei lo manteneva, lui la controllava". CorrieredelVeneto. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 settembre 2021.
  4. Vicenza, femminicidio Rita Amenze: arrestato il marito in fuga. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 settembre 2021.
  5. La testimonianza della ex: "Mi ha picchiata due volte. Sono ancora qui per miracolo". Il Giornale di Vicenza. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 settembre 2021.
  6. "Mi picchia e mi caccia". L'ultimo grido di Rita ventiquattro ore prima di morire. Il Giornale di Vicenza. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 settembre 2021.
  7. Omicidio di Noventa Vicentina, martedì l'interrogatorio di Pellizzari. Accusato anche di rapina: perché ha preso il portafoglio della vittima? Il Gazzettino. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 settembre 2021.
  8. Femminicidio di Noventa, prima il caffè al bar, poi le ruba anche il portafogli. Martedì l'interrogatorio di garanzia. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 settembre 2021.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.