Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Iulia Astafieya a Rosarno

Vittima:
Iulia Astafieya
Presunto killer:
Denis Molchanov
Località:
Rosarno
Data:
7 marzo 2023
La Chiesa di Maria Santissima Addolorata a Rosarno in provincia di Reggio Calabria

La Chiesa di Maria Santissima Addolorata a Rosarno in provincia di Reggio Calabria (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Voce su Iulia Astafieya

La Chiesa di Maria Santissima Addolorata a Rosarno in provincia di Reggio Calabria

La Chiesa di Maria Santissima Addolorata a Rosarno in provincia di Reggio Calabria (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Il corpo senza vita di Iulia Astafieya, 35 anni, originaria dell'Ucraina, è stato trovato nel tardo pomeriggio del 7 marzo 2023 all'interno dell'abitazione in cui risiedeva a Rosarno, un comune della provincia di Reggio Calabria nella piana di Gioia Tauro.‍[1][2]

A scoprire il cadavere sarebbe stato il proprietario della struttura, che successivamente ha allertato i soccorsi. Gli agenti del Commissariato di Gioia Tauro, coordinati della Procura di Palmi (Reggio Calabria), si sono subito adoperati per le ricerche del compagno e convivente della donna, Denis Molchanov, che nel frattempo si era reso irreperibile.‍[3]

L'uomo, connazionale e coetaneo della vittima, dopo alcune ore di ricerche è stato rintracciato e sottoposto a fermo, sospettato di essere l'autore dell'omicidio. Nel corso dell'interrogatorio dinanzi agli inquirenti, avrebbe confessato il delitto.‍[4]

Da un primo esame, effettuato dal medico legale sulla salma dalla trentacinquenne, sarebbero stati riscontrati diversi segni di violenza e di colluttazioni, anche pregressi. I due vivevano da molti anni a Rosarno ed erano immigrati regolari. Secondo le ricostruzioni, i litigi in casa erano frequenti e l'aggressione mortale potrebbe essere avvenuta al culmine di un'ennesima violenta discussione.

Note

  1. Omicidio nel Reggino, donna trovata morta in un appartamento a Rosarno: fermato il compagno. LaC News24. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 marzo 2023.
  2. Femminicidio a Rosarno, 35enne uccisa in casa: fermato il convivente. Gazzetta del Sud. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 marzo 2023.
  3. Uccisa una donna a Rosarno, fermato il convivente. Corriere della Calabria. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 marzo 2023.
  4. Femminicidio di Rosarno, ha confessato il convivente della vittima. Rai News TGR Calabria. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2023.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.