Il femminicidio di Fabiana Luzzi a Corigliano Calabro Rossano

Vittima:
Fabiana Luzzi
Killer:
Davide Morrone
Località:
Corigliano Calabro Rossano
Data:
25 maggio 2013

Originaria di Corigliano, è stata uccisa carbonizzata a 16 anni dall'ex fidanzato Davide Morrone, compaesano di 17 anni. La ragazza scomparve il pomeriggio del 24 maggio 2013, dopo essere uscita da scuola. La famiglia nella notte presentò la denuncia di scomparsa. Il giorno successivo, venne interrogato l'ex ragazzo che, fermato dai carabinieri, confessò il delitto nel corso dell'interrogatorio, indicando anche il luogo dove recuperare il cadavere.

Secondo le ricostruzioni, la coppia aveva litigato nei giorni precedenti e il loro rapporto si era interrotto. Il diciassettenne non accettava quell'epilogo e aspettò Fabiana fuori la scuola il pomeriggio del 24 maggio, costringendola a salire sul proprio scooter dopo un breve diverbio. La condusse in un luogo abbandonato in contrada Chiubbica a Corigliano Calabro, frazione di Corigliano Rossano in provincia di Cosenza. Lì ci fu un'ennesima lite nella quale il giovane tentò di approcciare sessualmente la ragazza, ricevendo un rifiuto. Morrone, in risposta, estrasse un coltello e colpì la vittima con oltre 20 fendenti.

Lasciata da sola per circa un'ora agonizzante in fin di vita, il ragazzo tornò poi sul posto per cospargerla di benzina e darle fuoco. L'esame autoptico stabilì che nessuna delle coltellate fu mortale, dunque la sedicenne sarebbe stata arsa viva. Circostanza che lo stesso assassino confermò nell'interrogatorio, ammettendo di aver agito per gelosia. Morrone è stato condannato definitivamente a 18 anni di reclusione. La pubblica accusa aveva sostenuto la premeditazione, ma i giudici hanno escluso tale aggravante. Riconosciuta la seminfermità mentale.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.