Il femminicidio di Patrizia Attruia a Ravello

Vittima:
Patrizia Attruia
Killer:
Giuseppe Lima e Vincenza Dipino
Località:
Ravello
Data:
27 marzo 2015

Uccisa a 50 anni dal compagno Giuseppe Lima, coetaneo, mentre convivevano nell'abitazione di Vincenza Dipino, 49 anni, a Ravello in provincia di Salerno. Quest'ultima aveva ospitato la coppia perché, essendo entrambi disoccupati, avevano problemi economici.

Tra Lima e la Dipino sarebbe nata una relazione in casa, poi scoperta successivamente dalla Attruia. Il cadavere della signora Patrizia fu ritrovato in una cassapanca dell'appartamento nel pomeriggio del 27 marzo 2015. Per gli inquirenti, sarebbe stata strangolata dal compagno circa 40 ore prima all'interno della stessa abitazione.

L'uomo aveva inizialmente negato le accuse, poi ha confessato il delitto ed è stato condannato in Appello a 13 anni di reclusione, comprensivi della riduzione di pena per aver scelto il rito abbreviato. La Dipino era stata ritenuta colpevole avendo minimamente partecipato ai fatti, ma tale circostanza fu annullata dalla Corte di Cassazione che invece la ritenne pienamente complice. La donna è stata successivamente condannata in Appello a 14 anni di reclusione.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.