Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Marianne Obrist a Millan di Bressanone

Vittima:
Marianne Obrist
Killer:
Rabih Badr
Località:
Millan di Bressanone
Data:
21 agosto 2017

Voce su Marianne Obrist

Marianne Obrist, 39 anni, fu trovata morta nel corso del tardo pomeriggio del 21 agosto 2017 all'interno dell'abitazione in cui risiedeva a Millan, frazione di Bressanone in provincia di Bolzano.‍[1]

L'autopsia escluse l'ipotesi di un gesto autolesionistico. Il decesso avvenne in seguito a una violenta aggressione. La donna fu percossa con una mazza da baseball e colpita da una serie di coltellate che le provocarono una grave emorragia interna.‍[2]

Il convivente Rabih Badr, 34 anni, originario del Marocco, riferì di essere rincasato nell'appartamento e di averla trovata esanime mentre perdeva sangue, ma quella versione non convinse gli inquirenti, che lo fermarono con l'accusa di omicidio. L'uomo inizialmente negò qualsiasi addebito, poi nel successivo mese di dicembre confessò il delitto. La vittima, originaria di Lazfons di Chiusa (Bolzano), era separata, con un matrimonio alle spalle terminato circa sei anni prima.

Badr fu rinviato a giudizio e condannato in primo grado a 30 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e dall'aver approfittato della condizione di minorata difesa della vittima, nonché di aver approfittato della sua posizione di convivente, dunque con abuso di relazioni domestiche. L'imputato evitò l'ergastolo grazie al rito abbreviato.‍[3] La pena fu confermata in Corte d'Appello e, in via definitiva, in Corte di Cassazione.‍[4][5]

Nelle motivazioni della sentenza fu specificato che il movente dell'efferato delitto andava ricondotto alla diversità culturale del colpevole, che considerava la figura della donna come un essere completamente sottomesso all'uomo.‍[6]

Note

  1. Morta in Alto Adige: autopsia conferma omicidio, fermato compagno marocchino. AGI. Archiviato dall'originale.
  2. Marianne massacrata a colpi di mazza da baseball. Trentino. Archiviato dall'originale.
  3. Trent'anni di carcere per l'omicidio di Marianne Obrist. Alto Adige. Archiviato dall'originale.
  4. Omicidio Obrist, confermata la condanna a 30 anni per Badr. Alto Adige. Archiviato dall'originale.
  5. La Cassazione conferma. Badr Rabih condannato a 30 anni. Rai News TGR Bolzano. Archiviato dall'originale.
  6. Marianne, massacrata perché non voleva ubbidire. Alto Adige. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.