Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Khadija Bencheikh a Valeggio sul Mincio

Vittima:
Khadija Bencheikh
Killer:
Agim Ajdinaj e Vezir Ajdinaj
Località:
Valeggio sul Mincio
Data:
30 dicembre 2017

Voce su Khadija Bencheikh

Aveva 46 anni ed era originaria del Marocco. I resti del suo corpo sono stati ritrovati il 30 dicembre 2017 in un campo della località di Gardoni a Valeggio sul Mincio, comune in provincia di Verona. Le indagini della procura avevano portato nelle settimane successive al fermo di Agim Ajdinaj, albanese di 51 anni, convivente ed ex marito della vittima. Quest'ultimo, nell'udienza di convalida del fermo, aveva confessato il delitto di fronte al giudice per le indagini preliminari assumendosi tutte le responsabilità.

L'autopsia aveva stabilito il decesso della vittima per le lesioni al cranio dovute ai numerosi colpi inflitti tramite un corpo contundente. L'aggressione sarebbe avvenuta il giorno precedente al ritrovamento, nell'abitazione della donna a Verona al culmine di una lite. Dopo la morte, il cadavere della quarantaseienne è stato fatto a pezzi e abbandonato in un campo agricolo. Successivamente gli inquirenti hanno scoperto che ad aiutare l'assassino nello smembramento del corpo è stato il fratello Vezir Ajdinaj, 54 anni.

Agim è stato condannato a 18 anni di reclusione per omicidio volontario e distruzione di cadavere. Al fratello Vezir è stato riconosciuto il reato di distruzione di cadavere e ha ricevuto una pena di 6 anni di reclusione.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.