Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Corte d'Assise di Torino. Omicidio Cristina Messina. Nicola Cirillo condannato a 30 anni. La figlia Giusy costretta alla sedia a rotelle.

Miniatura della notizia (Miniatura di stephane333 su Flickr, licenza CC BY-SA 2.0)

La Corte d'Assise di Torino ha condannato a 30 anni di reclusione il 58enne Nicola Cirillo, responsabile dell'omicidio dell'ex compagna Cristina Messina, 54 anni. La vittima era stata uccisa a colpi di pistola lo scorso 10 giugno 2020 a Volvera (Torino).

L'uomo aveva compiuto un agguato nell'abitazione della donna durante il quale era rimasta coinvolta anche la figlia della 54enne, Giusy. La ragazza, ricoverata in ospedale, ha subito delle gravi complicanze che l'hanno costretta all'uso della sedia a rotelle.

La sentenza è stata pronunciata oggi, mercoledì 23 dicembre. I giudici hanno accolto in sostanza la richiesta della pubblica accusa. Riconosciute le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti (futili motivi, premeditazione, avere colpito una persona con legami stabili).

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.