Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Simeri Crichi. Ragazza stuprata due volte nella stessa serata. Fermato un 26enne con l'accusa di violenza sessuale.

Miniatura della notizia (Miniatura di Filippo Coppoletta su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Sarebbe stata bloccata con l'inganno e violentata per due volte, ed è riuscita poi a mettersi in salvo chiedendo aiuto a una famiglia del posto, dopo essere stata lasciata, in piena notte, nella pineta di Simeri Mare. È accaduto nei giorni scorsi tra Catanzaro Lido e Simeri Crichi.

La ragazza, una 22enne, ha affermato di essere entrata in contatto con un 26enne marocchino sul lungomare di Catanzaro Lido, in quanto alla ricerca di stupefacenti. Il ragazzo avrebbe quindi condotto la giovane sulla scogliera, dove anziché procedere alla compravendita, l'avrebbe bloccata e violentata.

Dopodiché, nella stessa serata, il ragazzo si sarebbe offerto di accompagnarla a casa, in auto. La giovane ha accettato, cadendo così nuovamente in trappola: il malintenzionato l'avrebbe portata nella pineta di Simeri Mare, dove avrebbe nuovamente abusato di lei prima di sparire.

Tuttavia, a seguito di un primo soccorso prestato dagli abitanti del posto e il successivo intervento dei Carabinieri, il ventiseienne è stato individuato e rintracciato dai militari, in quanto residente in un'abitazione di Simeri Crichi. Il 26enne è stato così fermato con l'accusa di violenza sessuale e trasferito in carcere.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.