Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Valenza. Omicidio Ambra Pregnolato. Michele Venturelli ha testimoniato davanti alla Corte: "Vorrei essere al suo posto".

Immagine della notizia (Miniatura di Davide Papalini su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Un racconto disperato quello reso ieri mattina, martedì 23 marzo, in aula da Michele Venturelli, il 46enne accusato dell'omicidio di Ambra Pregnolato, la maestra d'asilo di Valenza (Alessandria), poco più che 40enne, trovata morta in casa il 24 gennaio dello scorso anno.

"Vorrei essere al suo posto". Secondo la ricostruzione, Venturelli aveva progettato con la vittima una nuova vita insieme, ma quella mattina, arrivato a casa di lei, le era sembrata fredda e distaccata. "Mi aveva detto che voleva provare a recuperare il matrimonio e che non se la sentiva di andare a vivere da sola".

Venturelli si sarebbe così sentito calpestato nei sentimenti e fu a quel punto che prese dallo zaino il martello con il quale iniziò a colpire l'insegnante, uccidendola. A quel punto si allontanò dall'appartamento lasciando il corpo esanime della vittima, ritrovato in seguito dal marito.

Il 46enne fu ascoltato fino a tarda serata e, il giorno dopo, tentò di togliersi la vita gettandosi sotto a un treno. Ricoverato non in pericolo di vita, confessò l'omicidio.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.