Il femminicidio di Lin Su Qing ad Agropoli

Vittima:
Lin Su Qing
Località:
Agropoli
Data:
3 gennaio 2018
Foto panoramica del porto di Agropoli al tramonto
Foto panoramica del porto di Agropoli al tramonto (di Gianfranco Vitolo, licenza CC BY 2.0)

Lin Su Qing era una donna cinese di 49 anni trovata morta il 3 gennaio 2018 in un appartamento di via Caravaggio ad Agropoli, comune della provincia di Salerno.‍[1]

Foto panoramica del porto di Agropoli al tramonto
Foto panoramica del porto di Agropoli al tramonto (di Gianfranco Vitolo, licenza CC BY 2.0)

La vittima era distesa sul letto, nuda e imbavagliata con del nastro adesivo a coprirle quasi interamente il volto. La testa presentava una ferita. A scoprire il cadavere fu il proprietario dell'abitazione. La quarantanovenne era residente a Terzigno (Napoli), ma aveva affittato quell'appartamento ad Agropoli prima di Natale. Proprio il 3 gennaio la cinese avrebbe dovuto lasciare l'alloggio, ma il proprietario non aveva ricevuto sue notizie.

Dopo diversi tentativi di mettersi in contatto con lei, l'uomo si era recato all'interno, rinvenendo il cadavere della vittima in camera da letto. Secondo i rilievi degli investigatori, il decesso sarebbe avvenuto nei giorni precedenti, probabilmente tra il 30 e il 31 dicembre, pertanto il corpo era già in fase iniziale di decomposizione nel momento del ritrovamento.‍‍[1][2]

Note

  1. a b Il giallo della cinese trovata morta: uccisa da un gioco erotico, si verificano i tabulati telefonici. Il Mattino. Archiviato dall'originale.
  2. Agropoli, autopsia Lin Su Qing: massimo riserbo su risultati. vocedistrada.it. Archiviato dall'originale.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.