Visualizza menu
Visualizza menu Visualizza campo di ricerca

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Alexandra del Rocio Mora Alvarez a Milano

Vittima:
Alexandra del Rocio Mora Alvarez
Killer:
Antonio Nunez Martinez
Località:
Milano
Data:
10 giugno 2018
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+

Alexandra del Rocio Mora Alvarez, 49 anni, è stata uccisa dal compagno Antonio Nunez Martinez, 41 anni, il 10 giugno 2018 all'esterno del disco pub B52 di via Giovanni Pezzotti a Milano. La coppia, lui dominicano, lei ecuadoregna, aveva passato la notte a ballare all'interno del locale. All'uscita, verso le 5 e mezza, probabilmente alterato dall'effetto dell'alcol, l'uomo in strada ha accoltellato la donna. Subito dopo dei testimoni hanno visto l'aggressore accasciarsi a terra in lacrime sul corpo esanime della vittima mentre venivano avvisati i carabinieri e il soccorso medico. La quarantanovenne è stata trasportata d'urgenza in ospedale, ma non è stato possibile rianimarla.

Il dominicano è stato arrestato dai militari e condotto in caserma dove inizialmente ha negato qualsiasi responsabilità. Ma nelle ore successive, durante l'interrogatorio effettuato dal pubblico magistrato, ha confessato il delitto dichiarando che il gesto è avvenuto al termine di una lite generata per questioni di gelosia. I due, immigrati regolari e occupati lavorativamente (lui impiegato come magazziniere, lei portinaia di un condominio), stavano insieme da qualche mese. Lei aveva un bambino di sette anni.‍[1][2]

L'11 settembre 2019 Nunez Martinez è stato condannato dal tribunale di Milano a 30 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato dai futili motivi al termine del processo svolto secondo la formula del rito abbreviato. La sentenza del giudice per l'udienza preliminare ha anche disposto un risarcimento di oltre 100mila euro a carico dell'uomo verso i familiari della vittima.‍[3]

Note

  1. ^ Omicidio a Milano: Alexandra, accoltellata a morte dal fidanzato per gelosia in discoteca. MilanoToday. Archiviato dall'originale.
  2. ^ Donna accoltellata dal compagno, il killer: "Bevute 50 birre, poi l'ho uccisa". Il Giorno. Archiviato dall'originale.
  3. ^ Milano, uccise a coltellate la compagna: condannato a 30 anni con il rito abbreviato. Repubblica.it. Archiviato dall'originale.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.