Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Alexandra del Rocio Mora Alvarez a Milano

Vittima:
Alexandra del Rocio Mora Alvarez
Killer:
Antonio Nunez Martinez
Località:
Milano
Data:
10 giugno 2018
Uno scorcio di Milano lungo i Navigli

Uno scorcio di Milano lungo i Navigli

Voce su Alexandra del Rocio Mora Alvarez

Uno scorcio di Milano lungo i Navigli

Uno scorcio di Milano lungo i Navigli

Alexandra del Rocio Mora Alvarez, 49 anni, è stata uccisa dal compagno Antonio Nunez Martinez, 41 anni, la mattina del 10 giugno 2018 all'esterno del disco pub B52 di via Giovanni Pezzotti a Milano.‍[1]

La coppia, lui dominicano, lei ecuadoregna, aveva passato la notte a ballare all'interno del locale. All'uscita, verso le 5.30, probabilmente alterato dall'effetto dell'alcol, l'uomo in strada aveva accoltellato la donna. Subito dopo dei testimoni videro l'aggressore accasciarsi a terra in lacrime sul corpo esanime della vittima mentre venivano allertati i Carabinieri e il soccorso medico. La quarantanovenne fu trasportata d'urgenza in ospedale, ma non ci fu null'altro da fare che constatare il decesso.

Il dominicano fu arrestato dai militari e condotto in caserma dove inizialmente aveva negato qualsiasi responsabilità. Ma nelle ore successive, durante l'interrogatorio effettuato dal pubblico magistrato, confessò il delitto dichiarando che l'aggressione mortale avvenne al culmine di una lite generata per questioni di gelosia. I due, immigrati regolari e occupati (lui impiegato come magazziniere, lei portinaia di un condominio), stavano insieme da qualche mese. Lei era madre di un bambino di 7 anni.‍‍[1]‍‍[2]

Nunez Martinez fu rinviato a giudizio in rito abbreviato. Nel settembre del 2019 la Corte d'Assise di Milano lo condannò a 30 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato dai futili motivi.‍‍[3] Nell'ottobre dell'anno successivo la Corte d'Appello aveva confermato la sentenza di primo grado.‍‍[4]

Note

  1. a b Omicidio a Milano: Alexandra, accoltellata a morte dal fidanzato per gelosia in discoteca. MilanoToday. Archiviato dall'originale.
  2. Donna accoltellata dal compagno, il killer: "Bevute 50 birre, poi l'ho uccisa". ilgiorno.it. Archiviato dall'originale.
  3. Milano, uccise a coltellate la compagna: condannato a 30 anni con il rito abbreviato. la Repubblica. Archiviato dall'originale.
  4. Femminicidio fuori dalla discoteca, l'assassino condannato a 30 anni anche in appello. la Repubblica. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.