Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Maria Carmela Isgrò a Bercellona Pozzo di Gotto

Vittima:
Maria Carmela Isgrò
Killer:
Nicola Siracusa
Località:
Bercellona Pozzo di Gotto
Data:
6 luglio 2018
Foto della Basilica di San Sebastiano a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina dove sono stati celebrati i funerali di Maria Carmela Isgrò

Foto della Basilica di San Sebastiano a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina dove sono stati celebrati i funerali di Maria Carmela Isgrò

Voce su Maria Carmela Isgrò

Foto della Basilica di San Sebastiano a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina dove sono stati celebrati i funerali di Maria Carmela Isgrò

Foto della Basilica di San Sebastiano a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina dove sono stati celebrati i funerali di Maria Carmela Isgrò

Maria Carmela Isgrò, dipendente comunale di 53 anni, e il suo ex marito Nicola Siracusa, pasticciere di 56 anni, erano stati trovati morti nella loro abitazione di Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina.‍‍[1]

La sorella della vittima non aveva più notizie della coppia da due giorni. Il 6 luglio 2018 aveva avvertito i Carabinieri, insieme ai quali era entrata in casa e aveva scoperto la drammatica vicenda. La cinquantatreenne si trovava distesa sul pavimento, senza vita. L'uomo invece si impiccò in un angolo del garage. Il decesso sarebbe avvenuto diverse ore prima della scoperta dei cadaveri.

L'autopsia aveva accertato la morte della signora Isgrò per strangolamento. I militari avevano rinvenuto sul tavolo della mansarda un cumulo di banconote che ammontavano a circa 4 mila euro. Nelle vicinanze, un biglietto con scritto che servivano per pagare i funerali. Dettagli che avvalorarono l'ipotesi dell'omicidio-suicidio premeditato dall'ex marito.

La coppia era separata. La donna aveva presentato una denuncia per maltrattamenti quattro anni prima. La Procura aveva richiesto per Siracusa un divieto di avvicinamento, che però il giudice per le indagini preliminari aveva respinto. Tuttavia il provvedimento fu poi concesso dal Tribunale del Riesame in seguito a un ricorso. Vicenda che aveva avviato un processo a carico dell'uomo, non giunto a termine.

In ogni caso, i due non si erano allontanati più di tanto, rimanendo a vivere nello stesso edificio, seppur in alloggi differenti, per stare accanto alla figlia minorenne.‍‍[2]‍‍[3]

Note

  1. Messina, omicidio-suicidio a Barcellona Pozzo di Gotto: l'ex marito era già denunciato per maltrattamenti. Stretto Web. Archiviato dall'originale.
  2. Denunciato per maltrattamenti, strangola l'ex moglie e poi si impicca con una corda. La Sicilia. Archiviato dall'originale.
  3. Il femminicidio di Barcellona: oggi i funerali di Maria Carmela Isgrò. Repubblica.it. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.