Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Silvana Marchionni a Corva di Porto Sant'Elpidio

Vittima:
Silvana Marchionni
Killer:
Giuseppe Valentini
Località:
Corva di Porto Sant'Elpidio
Data:
21 maggio 2018
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+

Silvana Marchionni, 75 anni, è stata uccisa dall'ex marito Giuseppe Valentini, 78 anni, il 21 maggio 2018 a Corva, frazione di Porto Sant'Elpidio in provincia di Fermo.‍[1][2]

La coppia era divorziata da molti anni, ma negli ultimi mesi erano ritornati sotto lo stesso tetto, nell'abitazione dell'uomo, per salvaguardare le precarie condizioni di salute della donna. Il delitto è avvenuto nel primo pomeriggio quando il settantottenne ha esploso tre colpi di fucile, regolarmente detenuto, contro l'ex moglie stroncandole la vita. A scoprire la tragedia è stato il figlio, residente in un alloggio adiacente all'edificio, che sentendo gli spari è accorso sul posto e ha avvertito i carabinieri. La vittima, originaria di Morrovalle (Macerata), è stata soccorsa dai sanitari del pronto intervento medico giunti sul luogo, ma ogni tentativo di rianimarla è stato vano.

Valentini non ha opposto resistenza e si è costituito ai militari. Durante l'interrogatorio ha confessato l'omicidio dicendosi pentito per il gesto commesso. L'uomo ha spiegato di aver agito d'impeto a causa dei continui comportamenti ossessivi posti in essere dall'ex moglie, mossa da una presunta gelosia. La donna aveva bisogno di cure specialistiche e il settantottenne, mentre la stava ospitando in casa, stava cencando insieme ai parenti una struttura dove potesse essere accolta e assistita.‍[3]

Il reo confesso è stato trasferito in carcere, ma il giudice per le indagini preliminari, considerando la collaborazione dell'accusato, le sue condizioni di salute, la mancanza del rischio di fuga e la non sussistenza della reiterazione del reato, ha convalidato l'arresto dell'uomo disponendo la detenzione ai domiciliari nella casa del figlio.‍[4]

Note

  1. ^ Silvana uccisa a fucilate in faccia. Lui l'aveva riaccolta dopo la separazione. Corriere Adriatico. Archiviato dall'originale.
  2. ^ Omicidio a Porto Sant'Elpidio, spara alla moglie e la uccide. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale.
  3. ^ "Giuseppe ora è distrutto ha ricordi molto confusi". Corriere Adriatico. Archiviato dall'originale.
  4. ^ Porto Sant'Elpidio, moglie uccisa a fucilate: ai domiciliari dal figlio. Corriere Adriatico. Archiviato dall'originale.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.