Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Angela Avitabile a Rimini

Vittima:
Angela Avitabile
Presunto killer:
Raffaele Fogliamanzillo
Località:
Rimini
Data:
22 aprile 2022
La Chiesa Regina Pacis a Rimini dove sono stati celebrati i funerali della signora Angela Avitabile

La Chiesa Regina Pacis a Rimini dove sono stati celebrati i funerali della signora Angela Avitabile (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Voce su Angela Avitabile

Angela Avitabile, 62 anni, è stata uccisa dal marito coetaneo Raffaele Fogliamanzillo nel corso della serata del 22 aprile 2022 a Rimini.‍[1]

Uno scorcio del Ponte Tiberio al tramonto in Rimini

Uno scorcio del Ponte Tiberio al tramonto in Rimini (di Euphoria65, licenza CC BY-SA 4.0)

La coppia era sposata da circa 40 anni e aveva tre figli adulti. I due si trovavano nell'appartamento della figlia, assente nel momento del delitto, per accudire i nipotini. L'uomo, per cause ancora da chiarire, probabilmente al culmine di un litigio, ha iniziato ad aggredire la moglie a coltellate. I bambini in casa non avrebbero assistito all'atto violento.

Il sessantaduenne si è poi allontanato dall'abitazione. In seguito si è presentato alla Questura di Rimini confessando di aver ucciso la coniuge. Nel frattempo i vicini di casa si sono accorti del drammatico accaduto e hanno allertato le forze dell'ordine. Gli agenti di Polizia si sono precipitati sul luogo del delitto e hanno trovato la vittima esanime, ormai deceduta, con molteplici ferite d'arma da taglio.

La donna avrebbe cercato di difendersi durante l'aggressione, ma è stata raggiunta da circa 12 fendenti. Due i colpi fatali, uno alla giugulare e l'altro alla carotide.‍[2] Fogliamanzillo è stato arrestato in flagranza di reato di per omicidio volontario aggravato dall'aver commesso il fatto ai danni della moglie. Al termine dell'interrogatorio, è stato condotto in carcere.‍[3][4]

Dagli accertamenti degli inquirenti è emerso che l'uomo soffriva di una sindrome ansiosa depressiva certificata dall'Ausl e per la quale stava seguendo un trattamento al Centro di igiene mentale. Tale sindrome avrebbe portato il sessantaduenne ad essere erroneamente convinto del fatto che la coniuge lo avesse tradito con un altro uomo. Un'ossessione senza alcun fondamento che talvolta sfociava in episodi di maltrattamenti.

La signora Avitabile aveva chiesto l'intervento dei Carabinieri in diverse occasioni: il 30 settembre 2021 quando il marito le aveva messo la mani al collo e il 4 gennaio 2022 quando lo stesso l'aveva minacciata. Il successivo 28 febbraio la donna aveva sporto una formale denuncia, così da avviare in Procura un fascicolo d'indagine per maltrattamenti in famiglia.‍[5]

La sessantaduenne però avrebbe minimizzato gli atteggiamenti dell'uomo e, all'offerta di trasferirsi in una casa protetta, aveva rifiutato, preferendo rimanere nella sua abitazione a Rimini. La donna viveva nello stesso stabile dove risiedevano anche la sorella e la figlia, in appartamenti adiacenti. Per questo credeva di essere al sicuro e di poter gestire il marito, ma purtroppo non è stato così.‍[6][7]

La Chiesa Regina Pacis a Rimini dove sono stati celebrati i funerali della signora Angela Avitabile

La Chiesa Regina Pacis a Rimini dove sono stati celebrati i funerali della signora Angela Avitabile (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Nell'udienza di convalida dell'arresto Fogliamanzillo ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari riferendo la propria versione dei fatti. Il sessantaduenne avrebbe ammesso il litigio con la moglie. Durante la violenta discussione lui le avrebbe rinfacciato di essere stato tradito. L'alterco sarebbe poi degenerato in una colluttazione, fatale per la vittima.

Fogliamanzillo però ha riferito di non ricordare esattamente cosa è successo nell'ultima parte dell'aggressione, tanto da mostrarsi incredulo sulla morte della moglie e chiedere di poter assistere al suo funerale. Il giudice ha disposto la permanenza in carcere, ma il difensore dell'uomo ha presentato un'istanza per il trasferimento ai domiciliari in una struttura dove il proprio assistito possa essere curato. Probabile anche l'avvio di una perizia psichiatrica.‍[8]

Note

  1. Rimini, 62enne uccide la moglie a coltellate: "L'ho fatto per gelosia". Chiamamicitta. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 aprile 2022.
  2. L'autopsia rivela: Angela ha cercato di difendersi, colpita dal marito con 12 fendenti. newsrimini.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 28 aprile 2022.
  3. Uccide la moglie nella notte poi si costituisce alla Polizia. newsrimini.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 aprile 2022.
  4. Femminicidio a Rimini: donna uccisa dal marito con diversi colpi di coltello alla gola. RiminiNotizie.net. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 aprile 2022.
  5. Omicidio Rimini, ammazza la moglie a coltellate per gelosia. ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 aprile 2022.
  6. Uccide la moglie a Rimini, Angela lo aveva già denunciato: "Ossessionato dal tradimento". ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 25 aprile 2022.
  7. Omicidio Angela Avitabile a Rimini, il marito killer: "Non volevo uccidere mia moglie". ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 25 aprile 2022.
  8. "Chiediamo giustizia per nostra madre". ilrestodelcarlino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 26 aprile 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.