Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Giovanna Bonsignore a Villabate

Vittima:
Giovanna Bonsignore
Killer:
Salvatore Patinella
Località:
Villabate
Data:
15 dicembre 2022
Uno scorcio panoramico dall'alto di Villabate in provincia di Palermo

Uno scorcio panoramico dall'alto di Villabate in provincia di Palermo (di Aganguzz, licenza CC BY-SA 4.0)

Voce su Giovanna Bonsignore

Giovanna Bonsignore, 46 anni, è stata uccisa dall'ex compagno Salvatore Patinella, 41 anni, la sera del 15 dicembre 2022 a Villabate in provincia di Palermo.‍[1]

Uno scorcio panoramico dall'alto di Villabate in provincia di Palermo

Uno scorcio panoramico dall'alto di Villabate in provincia di Palermo (di Aganguzz, licenza CC BY-SA 4.0)

La donna era volontaria dell'associazione Archè e madre di una figlia di 15 anni, avuta da una precedente relazione. Lei e Patinella avevano iniziato a convivere dal 2015, poi negli ultimi tempi si erano lasciati. L'uomo era impiegato come operatore socio sanitario all'ospedale Civico di Partinico.

Patinella si era recato a casa dell'ex compagna probabilmente già con l'intenzione di farle del male. La vittima è stata uccisa con vari fendenti d'arma da taglio. Il quarantunenne aveva usato un bisturi per colpire più volte la donna fino a toglierle la vita. Lei avrebbe provato a difendersi durante l'aggressione mortale. Successivamente l'uomo si è suicidato con un taglio alla gola. La figlia della vittima non era in casa al momento del delitto.‍[2]

Patinella in serata aveva pubblicato un post sui social in cui si scusava per il gesto commesso e accusava la donna di essere cambiata nel corso della loro relazione. Il messaggio sarebbe stato scritto dopo aver compiuto l'omicidio, ma le modalità del gesto facevano pensare che tutto fosse stato premeditato da tempo.‍[3][4]

I conoscenti dell'uomo, dopo aver letto il post, si sono preoccupati e hanno allertato i Carabinieri. I militari hanno raggiunto l'abitazione della donna e hanno trovato i cadaveri di entrambi. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco e il personale del 118. I sanitari hanno provato a rianimare la vittima, ma non c'è stato nulla da fare, ormai era già deceduta.‍[5]

La donna era molto conosciuta in paese. Era stata anche candidata al consiglio comunale. Non risultano alle forze dell'ordine segnalazioni o denunce per maltrattamenti o violenza domestica, né nel periodo della relazione tra i due, né dopo la loro rottura.‍[6][7]

Note

  1. Villabate, uccide la compagna che lo aveva lasciato, scrive un post su Facebook e poi si suicida. La Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 16 dicembre 2022.
  2. Massacra la compagna e si uccide. Dalla coppia perfetta alle liti. Il delitto sui social. quotidiano.net. Archiviato dall'originale. Consultato il 18 dicembre 2022.
  3. Un post atroce prima dell'omicidio-suicidio: "Scusate per il gesto che sto per compiere". QdS. Archiviato dall'originale. Consultato il 16 dicembre 2022.
  4. Omicidio suicidio a Villabate, il delitto tra le 20 e le 22 di ieri sera, la donna uccisa con un bisturi. BlogSicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 16 dicembre 2022.
  5. Omicidio-suicidio a Villabate, lo choc di amici e parenti: "Addio, donna dall'animo buono". Giornale di Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 16 dicembre 2022.
  6. "Addio Giovanna, donna forte e che ha lottato per vivere", celebrati i funerali a Villabate. BlogSicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 dicembre 2022.
  7. Omicidio suicidio Villabate, salma di Salvo Patinella restituita ai familiari. BlogSicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 dicembre 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.