Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Camilla Bertolotti a Sarzana

Vittima:
Camilla Bertolotti
Presunto killer:
Daniele Bedini
Località:
Sarzana
Data:
7 giugno 2022
Uno scorcio panoramico dall'alto di Sarzana, scattato dalla Fortezza di Sarzanello

Uno scorcio dall'alto di Sarzana, scattato dalla Fortezza di Sarzanello (di Stefano Sansavini con licenza CC BY-SA 4.0)

Voce su Camilla Bertolotti

Uno scorcio panoramico dall'alto di Sarzana, scattato dalla Fortezza di Sarzanello

Uno scorcio dall'alto di Sarzana, scattato dalla Fortezza di Sarzanello (di Stefano Sansavini con licenza CC BY-SA 4.0)

Il corpo senza vita di una donna transessuale è stato rinvenuto in località Bozi a Sarzana, provincia di La Spezia, nel corso della notte tra il 6 e il 7 giugno 2022.‍[1][2] La vittima si chiama Camilla, all'anagrafe Carlo Bertolotti, 43 anni. In passato risiedeva a Ceparana di Bolano (La Spezia), poi ultimamente si era trasferita ad Albiano Magra (Massa-Carrara). Era impiegata come parrucchiera e si prostituiva nella zona dove si è consumato il delitto.‍[3]

La vicenda era collegata all'omicidio di Nevila Pjetri, 35 anni, originaria dell'Albania, trovata morta circa 48 ore prima, sempre a Sarzana. Alcuni conoscenti di Camilla, preoccupati per non riuscire più a mettersi in contatto con lei, avevano segnalato la scomparsa ai Carabinieri. In seguito è stato rinvenuto il cadavere, ricoperto di rovi e con visibili segni di violenza. Poco distante dal posto era presente un'automobile, con tracce di sangue all'interno dell'abitacolo.‍[4][5]

La mattina del 7 giugno i Carabinieri hanno fermato un pregiudicato di 32 anni, Daniele Bedini, di professione artigiano e originario di Carrara. Il giovane è stato condotto in carcere con l'accusa dell'omicidio volontario della signora Pjetri. Lui si è difeso, dichiarandosi completamente estraneo ai fatti e riferendo di aver trascorso tutto il sabato sera del 4 giugno in un bar di Marina di Carrara.‍[6]

Nei giorni seguenti la Polizia, che si occupa del secondo delitto, ha effettuato un nuovo fermo nei confronti dello stesso individuo, accusato anche dell'omicidio di Camilla.‍[7] Il trentaduenne si è avvalso della facoltà di non rispondere nell'interrogatorio di garanzia di fronte al giudice per le indagini preliminari.‍[8]

Secondo l'autopsia, Camilla è stata uccisa con due colpi di pistola alla testa nel corso della notte tra il 5 e il 6 giugno 2022. L'omicidio di Nevila Pjetri era invece avvenuto circa 24 ore prima. Non è escluso che la quarantatreenne sia stata freddata nell'auto e successivamente il cadavere sia stato trasportato fino al luogo dove è stato ritrovato.‍[9][10]

Nella casa dell'indiziato sono stati rinvenuti alcuni documenti ed effetti personali appartenenti a Camilla. Il movente dei delitti potrebbe essere legato alla dipendenza da sostanze stupefacenti: il giovane avrebbe rapinato le vittime per acquistare droga. L'arma utilizzata, una pistola calibro 22, non è stata recuperata.

Relativamente al caso Pjetri, il giudice per le indagini preliminari non ha convalidato il fermo a causa di un vizio di forma riguardante gli orari del provvedimento, ma è stata comunque disposta la permanenza in carcere di Bedini, per il rischio di reiterazione del reato in considerazione dei suoi precedenti per rapina e droga.‍[11][12] Il trentaduenne sarebbe comunque stato recluso per la precedente condanna a suo carico. Nei giorni seguenti è stata emanata una nuova ordinanza di custodia cautelare anche in relazione al secondo delitto.‍[13]

Nelle settimane seguenti l'attività investigativa ha isolato le tracce di DNA di Nevila Pjetri e Camilla Bertolotti nel furgone in uso all'indiziato.‍[14]

Note

  1. Donna transessuale uccisa a colpi di pistola a Sarzana, sull'auto sangue e bossoli. Città della Spezia. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 giugno 2022.
  2. Sarzana, trovato un altro cadavere: è una transessuale, ha segni di violenza. "Fermato un artigiano". Corriere.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 giugno 2022.
  3. Doppia indagine sui delitti di Sarzana, una persona indiziata: è un 32enne di Carrara. La Voce Apuana. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 giugno 2022.
  4. Sarzana omicidio, chi è la parrucchiera uccisa. lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 giugno 2022.
  5. Prostituta uccisa a Sarzana, un indagato per omicidio volontario. lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 giugno 2022.
  6. Omicidi di Sarzana: le indagini, l'alibi del fermato, i cellulari. Gli aggiornamenti. lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 giugno 2022.
  7. Killer delle prostitute, dopo Nevila Bedini indagato anche per l'omicidio di Camilla. Primocanale.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 10 giugno 2022.
  8. Omicidi di Sarzana, Camilla uccisa da due colpi di pistola in testa. lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 giugno 2022.
  9. Camilla uccisa da due colpi di pistola, si continua a cercare l'arma. Città della Spezia. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 giugno 2022.
  10. La trans Camilla uccisa con 2 proiettili alla testa. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 giugno 2022.
  11. Omicidi Sarzana, "È arrivato da me in piena notte, aveva la camicia sporca di sangue". lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 giugno 2022.
  12. Sarzana, nella casa di Bedini trovati documenti della trans Camilla. lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 giugno 2022.
  13. Sì alla seconda custodia cautelare. Decisiva la targa buttata sul pick up. lanazione.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 17 giugno 2022.
  14. Delitti di Sarzana, il Dna delle vittime nel furgone di Bedini. Telenord.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 agosto 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍