Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Nadia Zanatta a Savona

Vittima:
Nadia Zanatta
Killer:
Antonino Santangelo
Località:
Savona
Data:
3 luglio 2022
La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, Duomo di Savona, dove sono stati celebrati i funerali di Nadia Zanatta e Antonino Santangelo

La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, Duomo di Savona, dove sono stati celebrati i funerali di Nadia Zanatta e Antonino Santangelo (di Wknight94, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Nadia Zanatta

Uno scorcio di Savona scattato dalla Fortezza del Priamar

Uno scorcio di Savona scattato dalla Fortezza del Priamar (di SchiDD, licenza CC BY-SA 4.0)

I corpi senza vita di Nadia Zanatta, 57 anni, e il marito Antonino Santangelo, 64 anni, sono stati trovati nel corso del pomeriggio di domenica 3 luglio 2022 a Savona.‍[1]

Ad allertare i soccorsi sono stati alcuni vicini di casa che avevano notato l'uomo esanime nel cortile antistante l'abitazione. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e gli agenti della locale Polizia. Per il sessantaquattrenne non c'è stato nulla da fare, era già deceduto. Una volta entrati all'interno dell'appartamento coniugale, i soccorritori hanno rinvenuto anche il cadavere della moglie che riportava diverse ferite d'arma da taglio.

La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, Duomo di Savona, dove sono stati celebrati i funerali di Nadia Zanatta e Antonino Santangelo

La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, Duomo di Savona, dove sono stati celebrati i funerali di Nadia Zanatta e Antonino Santangelo (di Wknight94, licenza CC BY-SA 3.0)

Il caso è stato subito indirizzato sulla pista dell'omicidio-suicidio. La cinquantasettenne era stata accoltellata con due fendenti. L'aggressione mortale sarebbe avvenuta nel corso della notte precedente. Poi il marito avrebbe trascorso le ore seguenti con il cadavere della moglie in casa, prima di lanciarsi nel vuoto dalla finestra dall'appartamento situato al quinto piano del condominio in cui risiedevano.‍[2]

Secondo le ricostruzioni, il gesto sarebbe stato compiuto perché la donna aveva intenzione di separarsi dal marito, mettendo fine a loro matrimonio durato anni. La coppia aveva due figli di 30 e 25 anni. L'uomo era un ex agente di commercio in pensione. La signora Zanatta invece era impiegata comunale. Non risultano alle forze dell'ordine segnalazioni o denunce di pregressi episodi di maltrattamenti o violenza domestica.

Gli agenti hanno rinvenuto all'interno dell'abitazione un biglietto di addio scritto dall'uomo e rivolto ai figli: "Raggiungo la mamma".‍[3][4] Per l'esame autoptico, disposto dalla Procura, si sarebbe rivelato fatale per la vittima un unico fendente, sferrato alla schiena che ha perforato il polmone causando la morte per dissanguamento.‍[5][6]

Note

  1. Omicidio-suicidio in via Niella a Savona, la moglie colpita da un'arma da taglio: proseguono le indagini. Savonanews.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 luglio 2022.
  2. Due coltellate fatali alla moglie poi il lancio nel vuoto: la cronaca del femminicidio di via Niella. IVG.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 luglio 2022.
  3. Uccide la moglie, veglia il suo corpo per una notte poi si lancia dalla finestra. Prima la Riviera. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 luglio 2022.
  4. Dipendente del Comune di Savona "amata e benvoluta da tutti": il ritratto di Nadia, vittima di femminicidio. IVG.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 5 luglio 2022.
  5. Savona, femminicidio-suicidio: i funerali della coppia si terranno insieme. Telenord.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 luglio 2022.
  6. Omicidio-suicidio di via Niella, la coltellata alla schiena fatale per Nadia Zanatta. Savonanews.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 luglio 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍