Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Vincenza Ribecco a San Leonardo di Cutro

Vittima:
Vincenza Ribecco
Presunto killer:
Alfonso Diletto
Località:
San Leonardo di Cutro
Data:
8 marzo 2022
La Chiesa parrocchiale di San Leonardo a Cutro in provincia di Crotone

La Chiesa parrocchiale di San Leonardo a Cutro (di L'osservatore, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Vincenza Ribecco

Vincenza Ribecco, 60 anni, è stata trovata morta nella serata dell'8 marzo 2022 all'interno dell'abitazione dove risiedeva a San Leonardo, frazione del comune di Cutro in provincia di Crotone.‍[1][2]

La Chiesa parrocchiale di San Leonardo a Cutro in provincia di Crotone

La Chiesa parrocchiale di San Leonardo a Cutro (di L'osservatore, licenza CC BY-SA 3.0)

La donna era madre di due figli, non conviventi, e lavorava d'estate come inserviente in un villaggio turistico della zona. A scoprire il corpo esanime della vittima, riverso sul pavimento della casa, era stato uno dei figli, un giovane di 26 anni, che in seguito ha allertato i soccorsi. I sanitari giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Il medico legale ha accertato la presenza di una lesione d'arma da fuoco: la sessantenne era stata raggiunta da un proiettile al petto.

Nelle ore successive i Carabinieri hanno rintracciato e interrogato l'ex marito della donna, Alfonso Diletto, 69 anni. Nelle prime ore del mattino seguente la Procura di Crotone ha disposto a carico dell'uomo il fermo di indiziato di delitto con le accuse di omicidio volontario, aggravato dalla premeditazione, e porto d'arma abusivo.‍[3][4]

Secondo le ricostruzioni investigative operate dai militari, il sessantanovenne si era recato dall'ex compagna nel tardo pomeriggio di martedì 8 marzo per discutere di alcune questioni relative alla loro separazione, avvenuta circa un anno prima, dopo un lungo periodo di convivenza. La signora "Cecè", così veniva chiamata da amici e conoscenti, abitava nella frazione di San Leonardo mentre l'uomo era risedente in un'altra località di Cutro.‍[5]

Diletto nel corso dell'interrogatorio aveva ammesso di essersi recato a casa dell'ex moglie con una pistola, non regolarmente detenuta. Sul posto avrebbe avuto un duro scontro verbale con lei che lo aveva invitato ad allontanarsi. Mentre lui tentava di entrare nell'abitazione, sarebbe partito in modo accidentale un colpo di proiettile che, attraversando la porta-finestra, ha raggiunto la malcapitata. Per l'uomo, dunque, il drammatico accaduto sarebbe frutto di un incidente.‍[6][7]

Per gli inquirenti tuttavia la ricostruzione fornita dal sessantanovenne non sarebbe convincente, tanto da contestare l'aggravante della premeditazione. Gli investigatori hanno anche ascoltato il medico che assisteva la signora Ribecco, che ha riferito che la donna manifestava un'estrema paura, collegata a un'importante stato d'ansia e malessere dovuto al fatto che l'ex marito continuava a perseguitarla, rendendole la vita sociale impossibile, affinché lei rivalutasse la loro situazione e considerasse la possibilità di tornare di nuovo insieme.‍[8]

L'uomo era convinto di una nuova presunta relazione intrattenuta dall'ex compagna.‍[9] La sessantenne aveva assicurato alla dottoressa di essersi recata dai Carabinieri per denunciarlo. Tuttavia i militari hanno appurato che non erano state presentate querele per lesioni, maltrattamenti in famiglia o atti persecutori a carico dell'ex marito.‍[10]

Diletto si è avvalso della facoltà di non rispondere nell'interrogatorio di garanzia. Il giudice per le indagini preliminari non ha ritenuto sussistente il pericolo di fuga, ma ha comunque disposto la custodia cautelare in carcere per il pericolo di reiterazione del reato.‍[9][8]

Note

  1. Donna uccisa con colpo di pistola in Calabria. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2022.
  2. San Leonardo di Cutro: donna trovata morta in casa, uccisa con colpo arma da fuoco al petto. Il Crotonese. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2022.
  3. Omicidio a San Leonardo di Cutro, fermato l'ex marito della donna uccisa con un colpo di pistola. LaC News24. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2022.
  4. Femminicidio a Cutro, fermato l'ex marito della vittima. Corriere della Calabria. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2022.
  5. Femminicidio nel giorno delle donne: il marito della vittima fermato per omicidio volontario. CrotoneNews. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 marzo 2022.
  6. Uccisa per gelosia: la confessione dell'ex marito di Vincenzina Ribecco ai Carabinieri. La Provincia Kr. Archiviato dall'originale. Consultato il 10 marzo 2022.
  7. Cutro: l'appuntamento trappola, la gelosia, poi il femminicidio. La confessione dell'ex marito. Gazzetta del Sud. Archiviato dall'originale. Consultato il 10 marzo 2022.
  8. a b Cutro, il femminicidio dell'8 marzo: "Cecè temeva di essere uccisa". Il Quotidiano del Sud. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 marzo 2022.
  9. a b La 60enne di Cutro uccisa dall'ex marito: l'uomo convinto che lei avesse un altro. Gazzetta del Sud. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 marzo 2022.
  10. Femminicidio a Cutro, l'ex marito ha sparato da dietro una porta finestra. Corriere della Calabria. Archiviato dall'originale. Consultato il 10 marzo 2022.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.