Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Corte di Cassazione. Omicidio Giulia Ballestri a Ravenna nel 2016. Confermato in via definitiva l'ergastolo per Matteo Cagnoni.

Miniatura della notizia (Miniatura di Mister No su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

La Corte di Cassazione ha confermato in via definitiva la sentenza di condanna per il dermatologo Matteo Cagnoni, colpevole del femminicidio della moglie Giulia Ballestri. Respinto senza appello il ricorso presentato dal difensore dell'omicida.

Giunge così al capolinea l'iter giudiziario di una vicenda che ha suscitato profonda commozione nell'opinione pubblica. La vittima venne uccisa nel settembre del 2016 nella ormai tristemente famosa villa abbandonata di via Padre Genocchi a Ravenna.

Il marito venne fermato dalla Polizia nella casa dei genitori a Firenze qualche giorno più tardi, dopo un tentativo di fuga rocambolesco. Cagnoni non ha mai confessato il femminicidio della moglie, anzi, si è sempre dichiarato innocente. Le prove raccolte dagli investigatori però sono state considerate schiaccianti nel corso dei vari gradi di giudizio.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.