Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Porto Torres. L'ultimo saluto a mamma Liliana. Il dolore delle figlie: "Dopo babbo Basilio, te ne sei andata anche tu. Vegliate su di noi".

Immagine della notizia (Miniatura di Gianni Careddu (Discanto) su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Porto Torres. L'ultimo saluto a mamma Liliana. Il dolore delle figlie: "Dopo babbo Basilio, te ne sei andata anche tu. Vegliate su di noi".

"Basilio e Liliana credo che abbiamo fatto quello che tutte le mamme e tutti papà avrebbero fatto per difendere i propri figli. Per questo sono padre e madre di tutti, stretti in un unico abbraccio, eterno, come il loro amore, di fronte al quale niente ci può separare dalle persone".

Parole di grande sentimento e passione quelle pronunciate da don Michele Murgia, parroco della chiesa di Cristo Risorto a Porto Torres, nella lunga omelia per l'ultimo saluto a Liliana Caterina Mancusa, 66 anni, morta dopo oltre un mese di agonia nel reparto di Rianimazione dell'ospedale civile di Sassari.

Un dramma che ha colpito una famiglia, che si è riunita nella chiesa per una seconda volta, dopo l'addio a Basilio Saladino, il poliziotto 74enne marito di Liliana, prima vittima della brutale aggressione avvenuta quel sabato del 26 febbraio scorso.

Una lunga lettera di addio è stata scritta da Giusy e Mariella Saladino, figlie delle due vittime della ferocia dell'ex genero, Fulvio Baule, il muratore 40enne rinchiuso in carcere con l'accusa di duplice omicidio aggravato e tentato omicidio nei confronti di Ilaria Saladino, la terza figlia 39enne, ancora ricoverata in gravi condizioni al Santissima Annunziata.

"Eccoci qua in questa chiesa a dare l'ultimo saluto a te mamma Liliana che, dopo un mese e quattro giorni dalla morte di babbo Dino, te ne sei andata anche tu che ci hai insegnato tutto, tranne che vivere senza voi due contemporaneamente. Ora nella sala rimane soltanto quella bellissima foto di te mamma, con babbo e la vostra Ilaria. Lei per la quale vi siete battuti fino alla fine. Vegliate su di noi, dateci la forza di affrontare un'ultima dura prova a cui siamo state sottoposte".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.