Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Antonietta Console a Scalea

Vittima:
Antonietta Console
Killer:
Sergio Forleo
Località:
Scalea
Data:
9 dicembre 2004
Uno scorcio panoramico del centro storico di Scalea in provincia di Cosenza

Uno scorcio panoramico del centro storico di Scalea in provincia di Cosenza

Voce su Antonietta Console

Antonietta Console, 34 anni, fu uccisa dal marito Sergio Forleo, coetaneo, il 9 dicembre 2004 a Scalea in provincia di Cosenza. Dopo l'omicidio, l'uomo si tolse la vita.‍[1]

Uno scorcio panoramico del centro storico di Scalea in provincia di Cosenza

Uno scorcio panoramico del centro storico di Scalea in provincia di Cosenza

Nulla faceva presagire ad un epilogo così drammatico. La donna, madre di una bambina di 9 anni, fece entrare il marito in casa, senza insospettirsi minimamente. I due erano separati da alcuni mesi e non vivevano più sotto lo stesso tetto. Il trentaquattrenne, un brigadiere dei Carabinieri, si era trasferito in un'altra abitazione, sempre a Scalea.

Si trattava di una separazione consensuale, anche se Forleo non sembrava rassegnato e più volte aveva tentato di riconciliarsi con l'ormai ex compagna. Un muro di incomprensioni però caratterizzava il loro rapporto, negli ultimi tempi sempre più tormentato e difficile. I due erano sposati da circa 9 anni e dalla loro unione era nata una bambina.

Quella mattina di giovedì 9 dicembre ci sarebbe stata un'ennesima discussione in casa. Il delitto fece pensare ad una probabile premeditazione perché, pur non essendo in servizio, il carabiniere si recò a casa della donna con la pistola di ordinanza. La figlia fortunatamente si trovava a scuola e non dovette assistere all'accaduto tra le mura domestiche.

Dopo la lite, l'uomo esplose due proiettili, uno alla testa della moglie, l'altro verso sé stesso, determinando per entrambi il decesso immediato. A indagare sull'omicidio-suicidio furono i Carabinieri della Compagnia di Scalea, la stessa da cui dipendeva Sergio Forleo.‍[2][3]

Note

  1. Carabiniere uccide la moglie e s'ammazza. La Gazzetta del Mezzogiorno. Archiviato dall'originale.
  2. Cosenza: Uccide la moglie che lo voleva lasciare e si toglie la vita. Adnkronos. Archiviato dall'originale.
  3. Carabiniere uccide la moglie e poi si spara alla tempia. Il Piccolo. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.