Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Alice Acquarone a Torino

Vittima:
Alice Acquarone
Killer:
Alain Dante Stefanoni
Località:
Torino
Data:
5 aprile 2009

Voce su Alice Acquarone

Alice Acquarone, 46 anni, fu trovata morta nel corso del tardo pomeriggio del 5 aprile 2009 nel cortile della sua abitazione a Torino. La donna, madre di due figli di 18 e 20 anni, era separata e originaria di Imperia, ma da diversi anni viveva nel capoluogo piemontese dove aveva iniziato una nuova relazione con Alain Dante Stefanoni, 35 anni.‍[1]

Fu proprio quest'ultimo, poche ore prima del rinvenimento del cadavere, a massacrarla a colpi di chiave inglese nell'appartamento al quarto piano del condominio dove la vittima risiedeva. Fu poi avvolta in un tappeto, trascinata lungo le scale e abbandonata in cortile accanto ai cassonetti dei rifiuti. L'uomo si allontanò dal posto, ma fu fermato dai Carabinieri nelle ore successive.‍[2]

Di fronte agli inquirenti negò il suo coinvolgimento. Tuttavia, pochi giorni dopo, durante l'udienza di convalida del fermo, crollò e confessò il delitto. Dichiarò di aver "perso la testa" perché la compagna gli annunciò di volerlo lasciare. Scoppiò così una colluttazione al culmine della quale l'uomo afferrò una chiave inglese e colpì ripetutamente la vittima alla testa tanto da sfigurarle il volto.‍[3]

L'indiziato nei mesi seguenti fu sottoposto a una perizia psichiatrica che gli riconobbe la seminfermità mentale. Il trentacinquenne assumeva degli psicofarmaci per curare i propri disturbi. Processato in rito abbreviato, fu condannato in primo grado a 30 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato dalla crudeltà.‍[4] Nei successivi gradi di giudizio, i giudici tennero conto dei risultati della perizia e ridussero la pena a 16 anni.‍[5]

Note

  1. Alice Acquarone, 46enne di Imperia, uccisa a Torino, vivo cordoglio nella sua città di origine. Riviera24. Archiviato dall'originale.
  2. Delitto di Alice, in cella il fidanzato. la Repubblica. Archiviato dall'originale.
  3. 'Mi voleva lasciare, l'ho uccisa'. la Repubblica. Archiviato dall'originale.
  4. Trent'anni per l' omicidio della sua ex, aveva avvolto il corpo in un tappeto. la Repubblica. Archiviato dall'originale.
  5. Amore Criminale. La storia di Alice, uccisa dal compagno con una chiave inglese e di Stefania, fuggita alla furia del marito. Puntata 17 maggio 2013. IlSussidiario.net. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.